Cerca nel blog

martedì 14 giugno 2016

Ristrutturare è sempre meglio che aspettare - UNO SGUARDO AL MERCATO


Nel 2016 gli italiani investiranno circa 1.000 euro in più per la propria casa. 

In vetta alla classifica della to do listtinteggiatura, manutenzione di porte e finestre e lavori di rinnovo e idraulica. Lombardia, Piemonte, Lazio, Campania e Puglia tra le regioni più attive.

La casa rimane tra i desideri degli italiani, a confermarlo la nuova edizione del              Barometro dei servizi per la casa realizzato da Instapro.it, marketplace dedicato ai servizi della casa sbarcato in Italia lo scorso settembre dopo il grande successo olandese, che trimestralmente racconta gli ultimi trend di mercato fornendo una fotografia degli 'usi e consumi' degli italiani in ambito casa.

Dalla nuova ricerca, condotta su un panel di oltre 1.000 individui, in una fascia d'età compresa tra i 30 e i 65 anni, con residenza nei maggiori centri urbani d'Italia, risulta che gli italiani sono sempre più disposti a spendere per migliorare la propria abitazionemolto spesso affidandosi ad un professionista qualificato

Dati alla mano: la percentuale di chi ha deciso di investire nel miglioramento della casa è passata da un 63% dell'ultimo trimestre 2015, ad un 70% nel primo trimestre 2016.

Isondaggio traccia, inoltre, una previsione dei prossimi sei mesi 2016 evidenziando una forte predisposizione, da parte degli italiani, ad investire in lavori di miglioria, di vario genere, della propria abitazioneil 71% assegnerà lavori a ditte (contro il 61% rilevato nell'ultimo trimestre 2015). 

Tale atteggiamento positivo è perfettamente in linea con l'andamento di crescita del mercato dei lavori di manutenzione della casa in Italia che raggiunge oggi un valore di 38 miliardi di euro.

Gli Italiani, pur sempre con un occhio ben attento all'economia, sono più disposti a confermare lavori anche costosi, spesso rassicurati dalla figura del professionista coinvolto, alzando così l'asticella del proprio budget casalingo. 

Ad esempio, rispetto all'anno scorso, si è disposti a spendere circa 1.000 euro in più per i lavori di manutenzione della casa, passando da una spesa di approssimativamente 4.000 euro ad una di 5.000 euro.

Molto importante nella progettualità del lavoro la scelta della figura dell'esperto da interpellare su cui incide sempre più il passaparola: per il 74% degli italiani, infatti, è importante conoscere i pareri altrui riguardo al lavoro svolto. 

Una percentuale minore (solo il 3%) si affida, invece, alle pagine gialle o ad altri metodi di segnalazione (6%).

Tra i lavori più richiesti troviamo (previsione per i prossimi 6 mesi del 2016):

1. Tinteggiatura (sia interni che esterni): 16,3%

2. Sostituzione o riparazione di porte e finestre: 10,3%

3. Lavori di 
ristrutturazione: 6,9%
4. Lavori di idraulica: 6,9%

I lavori di idraulica e, più in generale, di rinnovo hanno subito un miglioramento in confronto a quanto emerso durante il 2015.

Mentre nella 'top three' dei lavori più popolari (2015 e inizio 2016) troviamo:

1. Tinteggiatura
2. Lavori di idraulica
3. Lavori di ristrutturazione


* le risposte del sondaggio sono multiple

-------
Instapro.it è una start up italiana dedicata ai servizi per la casa che fa capo all'azienda olandese Werkspot.nl fondata nel 2005. La piattaforma online mette in diretto contatto consumatori e professionisti qualificati per interventi di manutenzione, progetti di ristrutturazione fino alle opere di costruzione.
Nel 2014, grazie al modello di business vincente, Werkspot.nl, ha registrato una crescita del 71% delle richieste inserite dagli utenti rispetto al 2013.
Nel 2013 Werkspot.nl è stata acquisita da Homeadvisor.com, leader mondiale nei servizi per la casa.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

FEED

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI