Cerca nel blog

mercoledì 27 luglio 2016

Cambio di passo. Le porte blindate a due ante di Alias salgono di classe

Importante decisione del produttore di porte di ingresso resistenti all'effrazione per meglio rispondere alle accresciute esigenze di sicurezza delle famiglie e delle abitazioni


Alias, il produttore che più di ogni altro ha imposto superiori standard di design, prestazioni e tecnologia all'intero settore delle porte di ingresso antieffrazione, annuncia che l'intera gamma delle porte blindate a doppio battente passa dalla classe RC2 alla classe RC3 di resistenza all'effrazione secondo la norma europea EN 1627. Da sempre l'azienda ha deciso di immettere sul mercato porte a un'anta almeno in classe 3. 

Questo, d'ora in poi, sarà il livello minimo di resistenza all'effrazione anche delle porte a due ante. Naturalmente, sempre attestato da certificazione di noti Laboratori di prova, come, in questo caso, il CSI Spa, società del Gruppo IMQ-Istituto Italiano del Marchio di Qualità. 

La ragione dell'innalzamento della classe di resistenza sta nell'esigenza di assicurare una maggiore protezione agli utenti finali e ai loro beni a fronte di una crescita degli attacchi criminali. Che esista un'emergenza criminalità non lo testimoniano solo le cronache dei giornali ma anche le statistiche ufficiali. 

Nell'ultimo decennio, in Italia, i reati di furti nelle abitazioni sono quasi raddoppiati rispetto a 10 anni fa: + 94% dal 2005 al 2015 secondo i dati del Ministero dell'Interno. Un dato che è purtroppo in linea con quanto sta succedendo nei principali paesi europei.

"Crediamo che– afferma Dario Vaccari, presidente di Alias Porte Blindate srl – che la nostra decisione di produrre porte di ingresso almeno in classe RC3 sia più che doverosa, imposta dall'esigenza di meglio proteggere le famiglie e le abitazioni da una criminalità che non dà requie". 

E' notorio, spiegano i tecnici dell'Azienda piacentina, che le così diffuse porte in classe RC2 offrono requisiti di sicurezza standard. Inoltre le porte a due ante sono particolarmente diffuse in residenze private come le ville familiari che sono particolarmente prese di mira dagli attacchi di criminali sempre più esperti. 

Da qui la decisione di Alias PorteBlindate di innalzare il livello di resistenza all'effrazione del proprio parco di porte a due ante, ivi compresa la porta blindata rasomuro Wing Wall, completamente complanare alla parete interna.

Una decisione che, se rafforza la sicurezza, naturalmente rispetta l'eccellenza estetica che da sempre contrassegna tutti i prodotti di Alias srl.





ALIAS SRL PORTE BLINDATE - Da 15 anni ALIAS è protagonista di primo piano nel settore delle porte di ingresso a caratteristiche di sicurezza antieffrazione e di design. L'Azienda, che ha sede presso Piacenza, progetta, produce e commercializza in Italia e in oltre 30 Paesi all'estero prodotti particolarmente innovativi per i contenuti tecnologici, prestazionali ed estetici. 
Le porte di ingresso ALIAS sono sottoposte a continui e accurati controlli in fabbrica e a test da parte di prestigiosi enti di certificazione italiani e stranieri per le prestazioni di resistenza all'effrazione e di isolamento termico e acustico.
ALIAS partecipa intensamente ai lavori di elaborazione delle norme europee, contribuisce alla loro diffusione, conoscenza e corretta applicazione, anche in qualità di membro del Gruppo Produttori Porte di Ingresso dell'Associazione EDILEGNOARREDO di FEDERLEGNOARREDO.
Le porte di ingresso di ALIAS srl sono realizzate a partire da materiali ecosostenibili e totalmente riciclabili.


Alias srl Porte blindate Via Berlinguer, 22 - Settima 29020 (PC)  Italy


--

Nessun commento:

Posta un commento

FEED

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI