Cerca nel blog

venerdì 15 luglio 2016

LA CASA CHE RESISTE AI TERREMOTI SI COSTRUISCE CON SISTEMI KNAUF. I TEST CONDOTTI ALL' UNIVERSITA' FEDERICO II




Le soluzioni Knauf fondamentali per l'edilizia del futuro secondo il progetto europeo Elissa

Resistono anche a sismi con potenza pari al 150% di quello dell'Aquila le strutture Knauf impiegate per la casa sicura del Progetto europeo "Elissa"

Antisismica e antincendio, isolata acusticamente e termicamente, economica e facile da costruire. È la casa europea del futuro (progetto Elissa), alla cui realizzazione hanno contribuito numerose soluzioni Knauf. Nei modernissimi laboratori della Federico II di Napoli l'edificio, in scala 1:1, ha resistito perfettamente a una sequenza di shock sismici crescenti, di potenza notevolmente superiore a quello che ha colpito e distrutto L'Aquila.
Il progetto è europeo, si chiama Elissa, e ha dovuto affrontare una sfida epocale: trovare e testare nuove soluzioni per un'edilizia energicamente efficiente, ecocompatibile, economica, resistente a fuoco e sismi e isolata acusticamente e termicamente.
Al progetto, giunto oggi a positiva conclusione, hanno partecipato aziende e Atenei di cinque diverse nazioni e l'Italia ha avuto un ruolo di leadership dando un notevole contributo in termini di competenze tecnico/scientifiche, come testimonia il Prof. Raffaele Landolfo, direttore del Dipartimento di strutture per l'ingegneria e l'architettura dell'Università Federico II di Napoli e responsabile dei test di resistenza sismica:
"In Italia, e in particolare all'Università Federico II di Napoli, siamo all'avanguardia nello studio di soluzioni per un'edilizia capace di resistere ai più forti eventi sismici; questa eccellenza, indiscussamente riconosciuta anche in ambito europeo, ha fatto sì che al nostro dipartimento venisse affidata la guida del progetto Elissa relativamente all'elaborazione di soluzioni antisismiche e al loro test finale, che oggi è stato superato con successo."
La presentazione dei risultati dei test sismici del progetto Elissa, nella prestigiosa sala dell'Università Federico II di Napoli
Il ruolo italiano è stato fondamentale anche sul fronte strutturale; in questo settore la supervisione dell'ing. Claudia Chiti, direttore Tecnico di Knauf Italia e responsabile di numerosi progetti di edilizia innovativa e sperimentale, ha permesso di capitalizzare le immense competenze della multinazionale per risolvere le più importanti problematiche strutturali e assicurare il successo del progetto. "Con il lavoro coordinato di questo pool di aziende e università abbiamo dimostrato che un'edilizia nuova, più razionale e più sicura è possibile e già a portata di mano. Sfruttando tecnologie innovative ma disponibili già oggi, come le lastre, i solai e gli isolamenti Knauf, ed integrandole in modo adeguato con le soluzioni di altre aziende, tra cui gli importanti profili di Cocoon, abbiamo dimostrato che è possibile costruire abitazioni migliori abbattendo i costi fino al 15% e riducendo drasticamente anche i tempi di costruzione." sintetizza Chiti.
Il modello su due piani in scala 1:1, costruito facendo ampio ricorso a tecnologie Knauf, posizionato sulla pedana vibrante e pronto per il test sismico

Strutturalmente la casa del futuro frutto del progetto Elissa si basa su un sistema in profili di acciaio leggero, modulare e componibile, studiato dalla svizzera Cocoon e completato con diversi prodotti Knauf; per le partizioni perimetrali sono state usate lastre Knauf Aquapanel in cemento leggero mentre quelle interne sono state realizzate con lastre Knauf Diamant e soluzioni isolanti termico/acustiche Knauf Mineral Wool. Sono di Knauf anche le soluzioni per i pavimenti portanti, realizzati con Knauf Gifafloor.
Con questa struttura è stata riprodotta in scala 1:1 un'abitazione su due piani, tanto resistente quanto leggera (appena 10 tonnellate), che sulla piattaforma vibrante dei laboratori dell'Università Federico II di Napoli è stata sottoposta a una sequenza di shock sismici crescenti, la cui potenza massima è arrivata al 150% di quello che ha colpito L'Aquila nel 2009.
L'edificio ha sopportato perfettamente le ripetute accelerazioni, fino al valore di 1g, provocate della tavola vibrante, superando con successo i numerosi stress a cui è stato sottoposto e non dando il minimo cenno di cedimento neppure nei punti più critici di giunzione.
Il video mostra uno dei molti test sismici a cui è stata sottoposto l'edificio, costruito a secco con tecnologie Knauf. La potenza massima del sisma simulato è stata pari al 150% di quello che ha colpito L'Aquila nel 2009.
Clic qui per vedere il video
"Questo era il test finale del progetto Elissa, che ha dimostrato come, dopo migliaia di anni, sia finalmente possibile avere un'alternativa al mattone e che grazie alle tecnologie oggi disponibili è finalmente possibile costruire abitazioni confortevoli, sicure, economiche e soprattutto ecocompatibili" ha commentato la professoressa Maria Founti, professoressa alla National Technical University di Atene e coordinatore europeo del progetto Elissa
Knauf Italia - Il leader nell'edilizia per ambienti sani, sicuri e confortevoli (www.knauf.it)
Knauf Italia, sede nazionale della capogruppo tedesca Knauf Gips KG, leader mondiale nell'ambito dell'edilizia, è stata fondata nel 1977. Forte di un indiscusso primato nelle costruzioni a secco, è oggi un solido punto di riferimento in Italia per operatori del settore e utenti finali. Leader di mercato per fatturati e qualità dei prodotti, Knauf Italia ha due stabilimenti in Toscana dedicati alla produzione dei sistemi a secco e degli intonaci a base gesso.
Parallelamente al continuo sviluppo e alla produzione di innovative soluzioni di tamponamenti a secco, soffittature, pavimentazioni, isolamenti e intonaci, Knauf investe molto sulla formazione con i Centri polifunzionali di Milano e Pisa, che offrono un'ampia gamma di corsi, seminari e servizi dedicati ai professionisti italiani dell'edilizia.
La proposta di Sistemi Costruttivi evoluti, l'attenzione alla formazione, le partnership con università e progettisti sono i punti di forza di un'azienda sempre in prima linea nel proporre risposte tecnologiche all'avanguardia anche nell'ecocompatibilità.
E' proprio questa attenzione per l'ambiente che ha condotto Knauf a fondare nel 1998 Campo alla Sughera, azienda vitivinicola nel borgo di Bolgheri i cui vini rossi hanno subito ottenuto importanti riconoscimenti a livello internazionale. Il successo qualitativo dei vini di Campo alla Sughera è la dimostrazione della passione di Knauf per il territorio, la qualità e l'impegno quotidiano per l'eccellenza.


Knauf Group (www.knauf.com)Worldwide Knauf building systems facilitate planning and construction, offer complete solutions and assured quality. On the German market Knauf is represented by the companies Knauf AMF (ceiling systems), Knauf Aquapanel (cement-bound building boards, interior insulation, perlite), Knauf Bauprodukte (professional solutions for homes), Knauf Gips (drywall, floors, plaster and facade systems), Knauf Insulation (insulating materials made of mineral wool, glass wood and wood wool), Knauf Integral (gypsum fibre technology for floors, walls and ceilings), Knauf PFT (machine technology, plant construction), Knauf Design (surface technology), Marbos (special building materials for fixed stone pavement construction), Richter System (drywall systems) and Sakret Bausysteme (dry mortar for new buildings and reconstruction).
Knauf Italia - Via Livonese 20, 56040 Castellina Marittima (Pisa)
Tel. 050 692201 - Fax 050 692301

--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

FEED

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI