Cerca nel blog

sabato 26 novembre 2016

La poltrona Uovo by Sergio Villa Mobilitaly


Poltrona girevole Uovo in legno e pelliccia Mongolia by Sergio Villa Mobilitaly. 

La poltrona Uovo, dalla forma avvolgente ed accogliente, gira completamente su se stessa grazie ad un meccanismo nascosto. 

E' stata proposta in varie finiture e rivestimenti, ma la più "coccolosa" è sicuramente quella con il rivestimento in calda pelliccia Mongolia.

Design by Carlo Rampazzi
Dimensioni cm 85 x 85 x 80 h


martedì 22 novembre 2016

AGA - DA JULIA MARMI


Julia Marmi, azienda storica friulana specializzata nell’estrazione e lavorazione di Pietra Piasentina, materiale lapideo unico estratto esclusivamente in una piccola area pedemontana nord-orientale del Friuli, si è presentata al suo terzo appuntamento al Cersaie alla mostra Cer-Sail - Italian Style Concept, curata da Angelo Dall’Aglio e da Davide Vercelli.
In fiera anche la consolle porta lavello AGA in Pietra Piasentina con bordi a spacco lavorati a mano, realizzata in 3 pezzi e con le superfici fiammate, disegnata da Davide Vercelli e Angelo Dall’Aglio.
Forza, possenza, eleganza riassunte in poche linee: il porta lavandino Aga  è un pezzo unico realizzato a misura coniugabile con ogni ambiente e stile.

SCHEDA TECNICA
Descrizione: consolle porta lavabo realizzata in Pietra Piasentina fiammata con bordi a spacco naturale; è un pezzo unico realizzato su misura, personalizzabile
Materiali e finiture:  Pietra Piasentina fiammata con bordi a spacco naturale; è un pezzo unico realizzato su misura, personalizzabile
Dimensioni: 150x50x70 cm.
Design: Davide Vercelli e Angelo Dall’Aglio

PROFILO AZIENDALE
Julia Marmi, azienda storica di Cividale del Friuli, fondata nel 1967, è specializzata nell’estrazione e lavorazione  di Pietra Piasentina. Il materiale, estratto esclusivamente in una piccola area pedemontana nord-orientale del Friuli, ha ottime caratteristiche tecniche ed estetiche. Viene infatti utilizzato sia in esterno sia negli interni, per pavimenti e rivestimenti e per la realizzazione di elementi di arredo.
La zona di estrazione della Pietra Piasentina è una ristretta fascia delle Prealpi Giulia situata nei dintorni di Cividale, in Friuli Venezia Giulia. In quest’area, Julia Marmi è la più importante proprietaria di cave attive di Pietra Piasentina, ne possiede tre, per una disponibilità di scavo di 1.500.000 di metri cubi.
La denominazione “Pietra Piasentina” deriva da un aneddoto di origine friulana secondo il quale i maggiori committenti di Udine la descrivevano come “una pietra che la piase”– “un materiale che piace”, estremamente apprezzato per le qualità fisiche ed estetiche.
Julia Marmi aderisce al Consorzio Produttori Pietra Piasentina, costituito nel 1965, per la tutela e lo sviluppo di questo prodotto e per dare servizi ad aziende e progettisti.
Julia Marmi vanta importanti realizzazioni in ambito contract, a partire dal retail di lusso con i negozi Marella nel mondo progettati dallo studio Archcalo Design, dell’architetto Angelo Calò, e il locale di tendenza Radetzky a Milano dello studio Studio Alberto Re

www.juliamarmi.it

 

venerdì 18 novembre 2016

L'AGENZIA ICE ALLA PRIMA EDIZIONE DEL SALONE DEL MOBILE. MILANO SHANGHAI AL FIANCO DI 55 AZIENDE ITALIANE

In mostra il meglio del design e dell'arredamento Made in Italy



Roma, 18 novembre 2016 – "La costante crescita a due cifre delle nostre esportazioni registrata negli ultimi anni conferma l'Italia primo partner nel sistema arredo per la Cina, con export a valore di 308 milioni di USD nel 2015 e 229 milioni di USD quest'anno fino ad agosto– afferma Michele Scannavini, Presidente dell'Agenzia ICE – "La continua spinta all'innovazione, l'eccellenza, la qualità e il design delle nostre produzioni, unitamente all'imponente urbanizzazione e alla crescita del potere di acquisto della classe media cinese, offrono grandi spazi di mercato e numerose opportunità per le nostre aziende. Fondamentale, quindi, una promozione sinergica, coordinata e di impatto. Lo sforzo di portare il Salone del Mobile per la prima volta a Shanghai va in questa precisa direzione". 

Con queste premesse l'ICE-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane partecipa alla prima edizione del Salone del Mobile.

Milano Shanghai, per supportare le 55 aziende italiane presenti e facilitare il networking e azioni B2B. 

A questo scopo sono state predisposte una serie di attività di comunicazione rivolte sia al pubblico cinese, con la creazione di un sito ad hoc in lingua e pubblicità su WeChat e Weibo per sviluppare business, branding, vendite ed engagement; sia alla stampa locale, con partnership strategiche e infine agli opinion leader con l'organizzazione di eventi mirati.

Fondamentale, nella realizzazione dell'intero progetto fieristico, la piena collaborazione da parte del Governo, in particolare del Ministero degli Esteri e del Ministero dello Sviluppo Economico, dell'Agenzia ICE, e delle più importanti Istituzioni italiane presenti in Cina

Un'edizione speciale, questa prima cinese, che porta sul palcoscenico dello Shanghai Exhibition Centerdal 19 al 21 novembre, il meglio della produzione dell'arredo Made in Italinsieme a marchi esemplari dell'Italian lifestyle - fashion, automotive, food & beverage - per un'immersione a 360° nella bellezza del Bel Paese amata e ricercata nel mondo. 

Una mostra evento che farà vivere ai visitatori un'esperienza unica grazie anche ad un allestimento, creato su misura per il centro espositivo, che accompagnerà gliospiti in un percorso alla scoperta della bellezza e della qualità artigianale, del lusso e dell'eleganza Made in Italy. 

Il fulcro sarà una "piazza" dove convergeranno le eccellenze italiane e che fungerà come luogo d'incontro, di scambio di idee, di relazioni e di relax, ma anche come momento culturale di ascolto e di confronto grazie alle Master Classes tenute da architetti italiani di fama internazionale.

Altro spazio di incontro sarà quello dedicato al SaloneSatellite, il primo evento ad aver posto particolare attenzione sui giovani diventando subito luogo di incontro per eccellenza tra imprenditori-talent scout e i più promettenti progettisti. 

Per l'inaugurazione, che si terrà questa sera, è stata organizzata un'anteprima per circa 1500 invitati alla presenza dell'Ambasciatore d'Italia in Cina S.E. Ettore Sequi, dell'On. Ivan Scalfarotto, del Presidente dell'Agenzia ICE Michele Scannavini, del Direttore Generale dell'Agenzia ICE Piergiorgio Borgogelli e dei vertici FederlegnoArredo.


--
www.CorrieredelWeb.it

CON DIESYS E TRATTO DI ALIVAR ORGANIZZA E PERSONALIZZA CON STILE IL TUO LIVING

La casa è il luogo che meglio rappresenta la propria indole


Per questo la personalizzazione degli spazi domestici diventaun'esigenza primaria dell'arredare. 


L'area living è la zona della convivialità per eccellenza e allo stesso tempo il luogo del relax, dove non possono mancare librerie di varie forme e dimensioni. 


ALIVAR, azienda fiorentina riconosciuta a livello internazionale per la produzione di mobili di elevato standard qualitativo, offre un'ampia proposta per stili diversi ed esigenze abitative.


Tra gli ultimi modelli della collezione Home Project, a cura dell'Architetto Giuseppe Bavusoci sono le librerie Diesys e Tratto che rappresentano soluzioni di arredo da modulare su misura, accostando i vari elementi a catalogo.


Diesys, dallo stile metropolitano econtemporaneo con elementi materici, è un pezzo versatile che può essere composto sulla base delle proprie necessità per un vero e proprio prodotto "sartoriale".


Diesys, infatti, ha diverse dotazioni, fra le quali una cassettiera, uno scaffale e delle scatole rivestite in cuoio che possono essere combinate a piacere. 


La struttura è in acciaio spazzolato con protezione trasparente e i ripiani sono proposti in rovere termotrattato, "Noce di colore" o palissandro.


Il sistema Tratto è una linea di complementi d'arredo che riesce a soddisfare diverse esigenze, grazie alla funzionalità e allo stile essenziale. 


La libreria proposta in collezione si presenta con finiture in rovere termo-trattato, ante e cassetti in legno o rivestiti in cuoio oppure con anta cristallo e illuminazione LED.  


Per chi desidera arredare la zona giorno secondo uno stile più contemporaneo, il modello Tratto può essere anche declinato in MDF laccato lucido o opaco.


ALIVAR offre da sempre soluzioni di arredo che rispondono adun ideale di design raffinato, un'unione perfetta di ricercatezza ed eccellenza.


--
www.CorrieredelWeb.it

Schiattarella Associati firma il progetto del Reparto di Nefrologia e Gastroenterologia pediatrica del Policlinico Umberto I di Roma

Il Reparto di Nefrologia e Gastroenterologia pediatrica del Policlinico Umberto I di Roma: un'eccellenza dell'architettura sanitaria a firma Schiattarella Associati. 

Su mandato della Onlus Nuova Armonia, fondata nel 1998 per garantire ai pazienti pediatrici la migliore integrazione nelle strutture ospedaliere e un ambiente sereno e confortevole, indispensabile alla riuscita della terapia, e da 30 Ore per la Vita, lo studio romano Schiattarella Associati ha firmato il progetto per la ristrutturazione del Reparto di Nefrologia e Gastroenterologia all'interno del Padiglione Pediatria del Policlinico Umberto I di Roma.

Un'attenzione speciale al mondo del bambino, il quale, anche e soprattutto nella dolorosa condizione di "piccolo paziente", deve poter continuare a vivere appieno la sua dimensione. 

Questa l'idea originaria del progetto, pensato per far sentire il minore protetto in un ambiente nuovo, ma allo stesso tempo familiare, "proprio come a casa".

Tutti gli ambienti sono stati pensati per il bambino e per la sua famiglia, elevando la qualità dell'accoglienza.

Caratteristiche del reparto ristrutturato sono la razionalizzazione degli spazi, l'umanizzazione degli ambienti, la creazione di una sala giochi e di una sala informatica utilizzabili anche dagli insegnanti  delle classi materne, elementari e medie che svolgono il loro lavoro all'interno dell'Umberto I; una tecnologia avanzata per il monitoraggio continuo dei pazienti ricoverati, un sistema di cartella clinica elettronica e la funzione di video sorveglianza dei pazienti critici, in aggiunta a un'area altamente tecnologica per l'assistenza intensiva ai bambini trapiantati e in terapia immunosoppressiva.

Uno degli elementi di maggiore qualità della progettazione è la ricerca della luce naturale: si è voluto realizzare uno spazio collettivo sereno, garantendo in ogni ambiente una grande luminosità attraverso le ampie vetrate a tutt'altezza. 

Grazie a particolari accorgimenti architettonici e tecnici come l'utilizzo di schermature solari, tendaggi interni e l'applicazione sulle vetrate interne ed esterne di disegni su pellicole colorate, abbinate a un moderno impianto di climatizzazione, sono assicurati ottimi livelli di benessere e privacy.

Gli spazi dedicati alle attività ludiche, la sala d'attesa e d'incontro con i visitatori e l'area visite e medicazioni, sono dislocati nella parte iniziale del reparto, più distanti dagli spazi per la cura e il riposo, e immediatamente a contatto col personale sanitario (sala medici e cucina di reparto). 

Le stanze di degenza sono nove, più una speciale, tutte dotate di proprio bagno per disabili, impianti elettrici, meccanici e trattamento aria, impianto per i gas medicali, impianto audio-video, rete dati, e complete di apparecchi testaletto e arredi sanitari specifici, al fine di creare uno spazio caldo  e confortevole dove il bambino possa riposare serenamente.

Ogni stanza è contraddistinta da un colore e da una fiaba, raccontata con disegni e parole sui vetri, in modo da evitare che il bambino e la sua famiglia si disorientino; il colore è ovunque: nei rivestimenti, sulle pareti, sui pavimenti e negli arredi, tutti studiati per essere funzionali agli ambienti per cui sono pensati (gioco, soggiorno, riposo, cura, igiene, ecc).

Tutte le camere si affacciano su un moderno spazio di collegamento, realizzato da pareti in cristallo a tutt'altezza che, grazie alla presenza di un innovativo sistema di luce artificiale realizzato con barre di LED a sistema RGB con cambio colore sia manuale che da remoto, creano uno spettacolare ambiente in cui il bambino può "immergersi" quasi fosse in una vasca colorata. 

Le sfumature, che possono essere scelte anche secondo i criteri della cromoterapia, possono essere di supporto alla terapia psicologica.

Il Reparto di Nefrologia e Gastroenterologia pediatrica, per le soluzioni progettuali adottate, l'utilizzo di materiali e tecnologie estremamente avanzate e il vasto impiego del colore e della luce, rappresenta una eccellenza nel panorama dell'architettura sanitaria italiana. 

Si distingue, in particolare, per l'attenzione ad ogni singolo dettaglio, pensato per essere di conforto al bambino e di supporto alle famiglie, costrette in un ambiente che è lontano dal focolare domestico ma che si impegna per essere, in ogni suo elemento, caldo, giocoso e familiare.

La ristrutturazione di questo reparto è stata realizzata con fondi raccolti da benefattori e con lo stesso spirito il gruppo di progettazione ha dato il suo apporto tecnico.

E' la visione etica della professione, propria di Schiattarella Associati, che vede il progetto come un atto di responsabilità nei confronti della collettività teso a fare dell'architettura uno strumento di miglioramento delle condizioni umane di chi ne vive gli spazi: in questo caso per offrire momenti di conforto, accoglienza e serenità.


Dettagli di progetto:

RISTRUTTURAZIONE DEL PADIGLIONE GASTROENTEROLOGIA E NEFROLOGIA PEDIATRICA DEL POLICLINICO UMBERTO I DI ROMA

Cliente: Nuova Armonia Onlus
Progetto: Schiattarella Associati

Project Directorsarch. Irene Rinaldi, arch. Emidio Di Nicola

Lighting Designarch. Carla Maresca

ImpiantiRiccardo Fibbi, Mauro Scalambretti



--

giovedì 17 novembre 2016

Arredamento. La pietra diventa flessibile


LA PIETRA FLESSIBILE


Chi avrebbe mai potuto immaginare che il materiale da costruzione più antico, la pietra, sarebbe diventato un giorno tanto sottile da poter essere piegato?

Eppure è esattamente quello che le più moderne tecniche di lavorazione sono riuscite ad offrirci: una pietra naturale di pochi millimetri di spessore, sottile al punto da poter essere persino piegata e tagliata con una semplice forbice.

E' evidente che una pietra così sottile trova nei rivestimenti il suo campo di applicazione ideale e la maneggevolezza e la facilità di posa la rendono adatta anche al fai da te e a tutti quegli hobbysti che in un giorno o due vogliono rinnovare completamente il proprio bagno o la propria cucina.

Questo prodotto si chiama pietra flessibile ed è una tecnologia brevettata che abbina un sottile strato di pietra ad un supporto in poliestere e fibre di vetro.

Il materiale di supporto, così come lo spessore dello strato di pietra naturale, varia a seconda dell'utilizzo finale del prodotto, in alcuni casi il prodotto è così sottile da renderlo adatto anche in settori quale la pelletteria, la nautica e il rivestimento interno di automobili.

In questo articolo, però, parliamo del prodotto adatto al rivestimento di pareti e pavimenti. Siete rimasti fermi ai sottili blocchetti di pietra ricostruita?

Questo prodotto è molto ma molto più sottile di pietra naturale, solo pochi millimetri di spessore e, di conseguenza, ancora più facile da posare e in grado di ridurre i tempi in cui il locale torna nuovamente praticabile.

Perchè abbiamo detto che l'applicazione è adatta anche agli appassionati del fai da te? Perchè nella sua versione più semplice, il seguenti viene fornito anche su un supporto auto-adesivo: basta togliere la pellicola di protezione e incollarlo direttamente sopra alle piastrelle esistenti, ci può essere qualcosa di più semplice?

Se le piastrelle del bagno e della cucina ci hanno annoiato, sono vecchie e vogliamo rinnovare completamente l'ambiente senza doverle rimuovere è il prodotto giusto.

Ovviamente, dato lo spessore estremamente sottile di questo prodotto, esso necessita anche di un supporto ben levigato e perfettamente piano perchè, in caso contrario, le imperfezioni del muro potrebbero costituire un ostacolo nella posa e, a causa delle grandi dimensioni dei pannelli, potrebbero essere anche messe in maggiore evidenza.

Sono disponibili n. 34 tipologie di pietra arenaria e n. 17 tipologie tra quarzite ed ardesia.

Inoltre le misure che troviamo sono:
mis. 122x0.61 - 1.22x2.44 - 1.22x2.70cm, lo spessore varia dal tipo di pietra, oscilla dal 0.4/1.2cm.


Per info: 0823 48 41 05



--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 12 novembre 2016

Green IQ di VAILLANT: l’importanza di un comfort domestico efficiente e sostenibile

La soluzione ecoTEC exclusive Green IQ

Milano, 12 novembre 2016 - Le moderne tecnologie per il riscaldamento possono svolgere un ruolo chiave nella strada verso un futuro più verde ed ecosostenibile. 

Per comprendere il potenziale è sufficiente considerare il fatto che oltre il 40% dei consumi energetici nei paesi UE è assorbito dagli edifici. Di questi, ben l'85% viene consumato per il riscaldamento domestico e l'acqua calda sanitaria. 

Nell'attuale scenario europeo, il gas sta diventando una tecnologia ponte verso un futuro di sempre maggiore integrazione con le energie rinnovabili all'interno del quale cresce la richiesta di prodotti intelligenti, ad alta efficienza e in grado di dialogare tra loro per utilizzare l'energia in maniera smart

Questo l'orizzonte della casa metabolica, concetto espresso da Giulio Ceppi, architetto e docente al Politecnico di Milano durante il recente incontro di Milano dedicato al tema dell'abitare green organizzato da Vaillant

Un approccio circolare basato sulla riduzione delle dispersioni di energia, affinché questa possa essere riutilizzata in nuovemodalità. 

Un ambiente domestico in grado di comportarsi come un "organismo energetico complesso", capace di assicurare comfort e prestazioni con minimi dispendi di energia e con un bassissimo impatto ambientale.

"L'approccio metabolico, che si tratti di una casa, di una strada o di un edificio pubblico, benché ancora agli albori, dimostra già grandi potenzialità in tema di riduzione dei consumi, degli sprechi, e nella capacità di riutilizzo delle risorse, il che si traduce naturalmente in una sensibile riduzione delle emissioni inquinanti" ha dichiarato Ceppi. 

"Occorre però capire che si tratta appunto di un approccio, di un sistema, che come tale va pensato e gestito e che richiede il dialogo tra le varie componenti che lo costituiscono, richiede la possibilità di mettere insieme tecnologie diverse e complementari".

In questo contesto Vaillant sposa una filosofia green che ha tra le sue principali applicazioni concrete il brand "Green iQ", un marchio altamente innovativo attraverso cui l'azienda si fa promotrice del cambiamento, stabilendo nuovi standard di efficienza e sostenibilità.

Per Vaillant la parola "Green" afferisce alla progettazione del ciclo di vita del prodotto, alla produzione responsabile, alla longevità del prodotto stesso e ad una maggiore efficienza per garantire prestazioni di alta qualità. 

La parola "IQ", invece, rappresenta il pensiero connettivo e l'intelligenza volta a ottimizzare l'utilizzo del prodotto nel corso degli anni e a offrire il controllo e il monitoraggio dell'energia consumata.

Insieme - Green e IQ - combinano tecnologia e intelligenza con la volontà di essere realmente sostenibili.

Il logo Green IQ rappresenta, per Vaillant, il modo intelligente per essere ecologici offrendo prodotti caratterizzati dalle migliori performance dell'intera gamma e connettività di ultima generazione.

Significa processi di produzione rispettosi dell'ambiente, maggior utilizzo di materiali riciclati e riciclabili, ricerca e scelta responsabile dei fornitori e, al tempo stesso, app per il controllo da mobile, monitoraggio dei consumi, perfetta interazione con il fruitore e assistenza da remoto. 

Perché vantaggi per l'ambiente e vantaggi per le famiglie sono strettamente correlati, uniti all'interno di un circolo virtuoso dove responsabilità e benefici sono condivisi.

È possibile ritrovare la perfetta applicazione pratica di questi concetti nella nuova caldaia combinata a condensazione ecoTEC exclusive Green iQ

Introdotta di recente sul mercato, grazie agli elevati standard di efficienza, connettività e sostenibilità, rispecchia in pieno le caratteristiche del brand Green IQ rappresenta al meglio l'alternativa verde possibile già oggi.

ecoTEC exclusive vanta eccezionali caratteristiche tecniche e funzionali, in grado di migliorare non solo la qualità di vita in casa, ma anche fuori, offrendo il minor impatto ambientale possibile

Grazie allo scambiatore ExtraCondens, unico nel suo genere, scalda l'acqua in due tempi, prima preriscaldandola e poi fornendola alla temperatura desiderata. 

Questo meccanismo oltre a velocizzare i tempi di risposta nell'erogazione di acqua calda, consente anche un notevole risparmio economico. 

Un'altra novità tecnologica è rappresentata dal sensore allGAS che tiene sotto controllo l'emissione del combustibile, sempre con un occhio attento ad efficienza, consumi e riduzione dell'inquinamento.  

In più, dal punto di vista della connettività ecoTECexclusive dispone al suo interno - a differenza delle altre caldaie a condensazione - un router integrato che dialoga con la rete WiFi di casa. 

Attraverso l'app (iOS e AndroidmultiMATIC è possibile comandare la caldaia anche da remoto. 

L'applicazione è intuitiva e ricca di funzioni per consentire la migliore personalizzazione del proprio ambiente, evitando al tempo stesso sprechi di energia. 

Inoltre, grazie alla centralina multimatica questa caldaia raggiunge la classe energetica A+ in riscaldamento e nella produzione di acqua calda. 

Infine, proprio come tutti i prodotti a marchio Green iQ, anche questa speciale caldaia è realizzata con un ampio impiego di materiali riciclati e riciclabili, che nel caso specifico raggiunge una quota dell'85%. 

ecoTEC exclusive è stata premiata con il Red Dot Award, importante riconoscimento in ambito design.

Riscaldamento domestico e CO2

Da una recente analisi condotta da Vaillant in tema riscaldamento domestico e sostenibilità è emerso come dal rinnovamento del parco caldaie installate in Italia potrebbe arrivare una significativa riduzione delle emissioni di CO2 e consistenti risparmi per le famiglie.

Le indagini si sono concentrate sui gas serra, e sulla COin particolare, che vedono il settore residenziale non solo responsabile del 20% delle emissioni totali in Italia, ma registrano anche un aumento delle emissioni stesse del 9,4% negli ultimi 15 anni, in controtendenza con una generale contrazione in tutti gli altri settori.

È così emerso che delle oltre 19 milioni di caldaie operanti nel Nostro Paese, circa il 70% sono di tipo tradizionale, a bassa efficienza, mentre addirittura 7 milioni sono ormai obsolete, quindi a bassissima efficienza e con emissioni significative di CO2.

Grazie alla sostituzione di solo queste ultime con moderne caldaie a condensazione, si potrebbero ridurre le emissioni di COdi 5.908 kt/anno, pari al 7% delle emissioni di gas serra del settore residenziale, mentre ogni famiglia potrebbe godere di un risparmio in bolletta tra il 20 e il 25%.

Per fare un esempio, una famiglia del nord Italia che vive in una casa di 120m2, passando dalla tradizionale caldaia a camera aperta a una moderna a condensazione, potrebbe tagliare i consumi del 20%, risparmiando fino a 759€ in un anno, e ridurre le emissioni di COdi 2.170 kg/anno, un quantità sufficiente a compensare le emissione annuali di un'automobile di media cilindrata.


NOTE
L'Elaborazione Vaillant si basa su dati Assotermica, Nielsen Consumer Panel 2015 e ACEA - Associazione Costruttori Automobilistici Europei – 2015.


Il Gruppo Vaillant
Vaillant è il marchio tedesco di eccellenza, protagonista nella tecnologia per il comfort domestico.
Gran parte della produzione si svolge in Germania, dove sono fabbricate pompe di calore, pannelli solari, sistemi per impianti combinati di micro-cogenerazione e caldaie alimentate a gas.
Dietro ogni prodotto Vaillant c'è la forza innovativa dei progettisti tedeschi, supportata dal massimo della qualità e dell'affidabilità. 
La ricerca ecocompatibile e il risparmio energetico sono al centro dello sviluppo industriale del gruppo. 
Per questo sono indispensabili i migliori materiali, una lavorazione a regola d'arte e una manutenzione semplice. 
Con più di 12.300 dipendenti e un fatturato pari a 2,4 mld di euro nel 2015, Vaillant sviluppa e realizza i suoi prodotti in 13 unità produttive dislocate in otto paesi. 
Ha filiali commerciali in 20 paesi del mondo ed esporta i propri prodotti in più di 60 nazioni. 
Il Gruppo nasce nel 1874 a Remscheid, in Germania da Johann Vaillant ed è ancora oggi controllato dalla famiglia.

Il brand Vaillant in Italia 
Il brand Vaillant opera in Italia dal 1960 e offre soluzioni per il riscaldamento, la fornitura di acqua calda e le soluzioni ad energia rinnovabile, proponendo sistemi integrati a zeolite, sistemi solari termici e pompe di calore elettriche che, come sorgente fredda, possono sfruttare l'aria, l'acqua di falda e il terreno.
La rete di vendita conta oggi 27  agenzie commerciali. I centri di assistenza tecnica ufficiale sono 500, di cui 240 esclusivisti Vaillant
Sul territorio sono presenti 150 showroom; sono i "Vaillant Service Plus", autentici professionisti del calore selezionati per l'eccellente livello di assistenza, che si distinguono per interventi entro le 24 ore dalla chiamata, l'esclusivo servizio "7 Giorni No Stop" e formule personalizzate di manutenzione e assistenza.
All'interno dell'azienda, una divisione interamente dedicata alla formazione di progettisti e installatori, la Master Division Consulting, fornisce consulenza tecnica specializzata in fase di progettazione e installazione di sistemi integrati complessi a tutti i professionisti del settore.


--
www.CorrieredelWeb.it

FEED

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI