Cerca nel blog

lunedì 19 giugno 2017

RADO STAR PRIZE ITALIA 2017: IL PUBBLICO PREMIA GLI ARREDI MODULARI DEL FUTURO. VINCE LA STUDENTESSA MARI MUSSAKHANOVA


Anche quest'anno, il pubblico della rete ha avuto la possibilità di votare il progetto favorito tra i tre finalisti elaborati dalle studentesse di Istituto Marangoni per il Rado Star Prize Italia 2017.

Ad aggiudicarsi il maggior numero di preferenze è Mari Mussakhanova, studentessa di Product Design proveniente dal Kazakistan, autrice del progetto "Proteus".

Mari immagina un sistema di arredamento modulare che funziona a livello atomico: minuscole componenti che, al momento del bisogno e a seconda delle necessità del fruitore, possono accorparsi in pezzi di arredo preventivamente stabiliti. Una idea che viene incontro a problematiche che in futuro potrebbero acuirsi, come la sempre più importante quantità di rifiuti. Proteus si adatta infatti ai gusti e alle esigenze in continuo cambiamento di chi abiterà gli spazi domestici: non sarà più necessario dunque buttare i vecchi pezzi di arredo per comprarne di nuovi.

Il marchio orologiero svizzero Rado promuove da anni a livello internazionale la competizione Rado Star Prize per dare visibilità al lavoro di giovani designer. L'edizione italiana del Rado Star Prizeper il secondo anno consecutivo era rivolta agli studenti delle aree Interior Design, Industrial Design e Fashion Design di Istituto Marangonistimolati a indirizzare la propria ricerca progettuale sulle esigenze della società del futuro. 

Il premio del pubblico al progetto di Mari Mussakhanova si aggiunge al premio della Giuria, conferito in occasione della Design Week di Milano a Mijal Lebel, studentessa israeliana del Master Surface & Textile del dipartimento di Interior Design, che si è aggiudicata un orologio Rado True Thinline in ceramica hi-tech nera e la possibilità di collaborare insieme a Giulio Cappellini su un nuovo concept watch per Rado.


RADO STAR PRIZE
Il Rado Star Prize ha lo scopo di sostenere il lavoro di giovani designer emergenti offrendo loro una piattaforma dove mostrare le loro opere ad esperti della materia e al pubblico. La giuria è composta da designer, accademici, rappresentanti di aziende commerciali e industriali e dei media. Il premio, che si tiene nell'ambito di grandi eventi di design è finalizzato a dare visibilità al lavoro di giovani talenti.

Istituto Marangoni
Istituto Marangoni nasce nel 1935 a Milano come Istituto Artistico dell'Abbigliamento Marangoni e nel 2015 raggiunge un importante traguardo, 80 anni di successi nella formazione dei migliori professionisti nel mondo della moda e del design. Con un bilancio formativo di quattro generazioni di studenti provenienti dai 5 continenti, è stato il trampolino di lancio per oltre 45.000 professionisti della moda e del lusso, tra i quali citiamo Domenico Dolce (Dolce & Gabbana) e Franco Moschino. Istituto Marangoni conta oggi oltre 4.000 studenti l'anno, provenienti da 106 differenti nazioni, nelle scuole di Milano (School of Fashion e School of Design), Firenze (School of Fashion & Art), Parigi, Londra, Shanghai e Shenzhen, le capitali internazionali della moda, del design e del lusso. 
Visita istitutomarangoni.com.


RADO
Rado è un marchio universalmente noto, famoso per il suo design innovativo e l'impiego di materiali rivoluzionari, utilizzati per la creazione di alcuni degli orologi più duraturi al mondo. Fin dalla sua fondazione a Lengnau, in Svizzera, Rado è stata animata da spirito pionieristico, ben riassunto dal motto del brand: "Se possiamo immaginarlo, possiamo realizzarlo", valido ancora oggi. Il design è parte integrante dell'attività di Rado motivo per cui il brand si è aggiudicato oltre 30 premi internazionali di design.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

FEED

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI