Cerca nel blog

giovedì 27 agosto 2015

Back to school_sedia Coll

Back to school 

Presentata in anteprima all'ultimo Salone del Mobile, questa seduta disegnata da Franescriféstudio è un omaggio e un ricordo delle tipiche sedie di scuola degli anni '80 e '90

 
Design FRANCESCRIFÉSTUDIO
La collezione di sedie Coll nasce come ricordo e reinterpretazione delle tipiche seggiole di scuola degli anni '80 e '90. "Capdell mi ha chiesto di disegnare una sedia versatile, neutra, senza tempo", ricorda il designer Francesc Rifé. "Difficile, ho pensato! Poi sono andato con la mente ad un'immagine che era nel mio subconscio: alle aule affollate della scuola e alle classiche sedie con struttura tubolare e seduta e schienale in multistrato. Da lì abbiamo iniziato la nostra rielaborazione".

Il lavoro del designer ha inteso rielaborare le linee in modo contemporaneo: la riuscita ri-attualizzazione presenta una sedia dallo stile urbano, con una silhouette che presenta inediti particolari tecnici come la doppia struttura in tubolare di acciaio che collega seduta e schienale sul retro. 

Questi ultimi risultano ampi e confortevoli ma allo stesso tempo, grazie al gioco di spessori e convessità, esteticamente  leggeri.

Coll ha la struttura in acciaio curvato verniciato, seduta e schienale in multistrato lamellare di faggio, con possibilità di montare degli imbottiti di diversi tessuti per migliorare ulteriormente il comfort. L'accostamento di acciaio e faggio, eventualmente abbinati agli imbottiti di diversi colori e tessuti, crea una dicotomia estremamente interessante. Coll è adatta sia ad un utilizzo domestico che contract.      


Scheda prodotto
Nome: Coll
Design: FRANCESCRIFE'STUDIO
Azienda: Capdell - Flora Tristán, 24 - 46070 Alacuás, Valencia - Spain -  +34 961 502 950 www.capdell.com
Breve Descrizione: Ricordo e reinterpretazione delle tipiche seggiole di scuola degli anni '80 e '90, Coll è una collezione di sedie con struttura in acciaio curvato verniciato e seduta e schienale in multistrato lamellare di faggio con possibilità di montare degli imbottiti di diversi tessuti per migliorare ulteriormente il comfort.

Panasonic Air Conditioning: purificare l'aria di casa neutralizzando batteri, virus e muffe con il sistema Nanoe-G della linea Etherea

Dotata dell’innovativo sistema di purificazione Nanoe-G, la linea ad alta efficienza Etherea è stata sviluppata per garantire una migliore qualità dell’aria dell’ambiente domestico assicurando al tempo stesso un comfort a 365 giorni.




Panasonic Air Conditioning, azienda di riferimento nella produzione di sistemi di riscaldamento e raffrescamento, è da sempre in prima linea per fare “cultura” sulle tecnologie per le nostre abitazioni e i nostri ambienti lavorativi. In particolare l’azienda vuole fare chiarezza su alcuni pregiudizi che vedono le unità di condizionamento come impattanti sulla qualità dell'aria nell’ambiente domestico, e con la linea di climatizzatori per il residenziale Etherea, che vanta il sigillo di approvazione della British Allergy Foundation, dimostra i benefici della climatizzazione.
L'aria interna può essere infatti fino a cinque volte più inquinata di quella esterna, e, contrariamente a quanto creduto, la climatizzazione può aiutare
a ridurre gli agenti patogeni presenti nell’aria purificandola.
Proprio per questo Panasonic offre una vera e propria soluzione che nasce appositamente allo scopo di migliorare la qualità dell'aria interna: il sistema Nanoe-G. Tale soluzione grazie alle nanotecnologie prevede la possibilità di purificare gli spazi abitativi neutralizzando il 99% di batteri, virus e muffe presenti nell’aria. Il sistema Nanoe-G è una tecnologia incorporata nei climatizzatori della linea Etherea, e cattura i microrganismi dannosi che circolano nell’aria e depositati su mobili, tessuti e altre superfici.
Le unità Etherea di Panasonic offrono così due soluzioni in uno – una climatizzazione efficace per tutte le stagioni e un’eccellente purificazione dell'aria interna tramite il sistema Nanoe-G, che può operare indipendentemente dalle funzioni di riscaldamento e di raffrescamento degli ambienti. Con la qualità dell’aria garantita da Nanoe-G, il risultato è una casa pulita e sana anche nei mesi autunnali e primaverili, per questo e per le sue caratteristiche innovative il sistema ha ottenuto il sigillo d’approvazione dalla British Allergy Foundation.

I punti chiave del sistema Nanoe-G di Panasonic. Con 3 trilioni di particelle a base di ioni prodotte dal generatore e grazie alla funzione Natural Ion Wind che disperde le particelle nell’ambiente, la tecnologia Nanoe-G rimuove le impurità adesive, neutralizzando il 99% dei batteri e dei virus, impedendone il proliferare sulle superfici e catturando i microrganismi. Una volta disattivato, il sistema continua a lavorare internamente ed entro due ore neutralizza il 99% dei batteri catturati dal filtro ottimizzandone la pulizia, neutralizzando gli odori e incrementando quindi l’igiene domestico.




Con le malattie respiratorie e le allergie in aumento, così come una sempre più ampia percentuale di persone che lamentano una forte sensibilità alle condizioni ambientali, la linea Etherea di Panasonic con il sistema Nanoe-G incorporato nasce come risposta alla crescente domanda da parte di tutti quei proprietari di casa che hanno a che fare con sensibilità, asma, allergie e altri problemi respiratori.

E perché la qualità dell’aria non vada a scapito del comfort, Etherea è una soluzione innovativa e vincente su tutti i fronti: l’impianto di direzionamento dell’aria la rende altamente confortevole, mentre la tecnologia Inverter e il sistema Econavi, i cui sensori intelligenti di attività umana e di luminosità regolano la climatizzazione in base alle condizioni ambientali, rendono questa linea ad alta efficienza e a basso consumo energetico. Etherea si pone come la soluzione ideale per garantire un ambiente sano e pulito nel tempo: la massima purezza dell’aria interna senza dover scendere a compromessi rinunciando a temperature confortevoli e costi soddisfacenti.

Per maggiori informazioni, visitare www.aircon.panasonic.eu

FORMABILIO LANCIA perfecTABLE | il cinquantesimo contest internazionale dedicato a designer e appassionati di arredamento


C'è tempo fino al 5 ottobre 2015 per proporre la propria idea di tavolo.
Al via da oggi perfecTABLE, il cinquantesimo contest internazionale - rivolto a progettisti di tutto il mondo - lanciato da Formabilio, il brand italiano di arredi, lampade e complementi di arredo che sostiene l'eco-design condiviso e made in Italy e promuove i progetti di designer e aspiranti tali attraverso concorsi online.

Quali sono le linee, i particolari, i colori e le soluzioni tecniche che rendono perfetto un tavolo? È forse il tratto minimale o un approccio riccamente creativo a renderlo memorabile? E su quante gambe deve poggiare, quanti ospiti deve saper accogliere, è meglio che sia fermo sulle proprie posizioni o capace al momento opportuno di estendere il proprio punto di vista? E in quale ambiente esprime meglio il suo potenziale, in cucina, in sala, nello studio o in giardino?
Fisso o allungabile, da esterno o da cucina, per due o per dieci persone, proponeteci il progetto del tavolo perfetto.

La community internazionale di appassionati di design voterà le idee in gara selezionando i 10 migliori progetti, in seguito la commissione tecnica di Formabilio, composta da esperti di settore e dalle aziende manifatturiere, individuerà il progetto vincitore che sarà prodotto e venduto su Formabilio.com.
Al designer vincitore Formabilio riconoscerà una royalty del  7%.

Informazioni relative al contest:
Le candidature dei progetti dovranno essere inviate - utilizzando l'apposita sezione del sito - dalle ore 10:00 del 27 Agosto 2015 alle ore 18:00 del 5 Ottobre 2015.
Le votazioni si chiuderanno alle ore 18:00 del del 12 Ottobre 2015 e il vincitore sarà reso noto entro il 12 Novembre 2015.
Per conoscere in dettaglio i requisiti e partecipare al contest: 
https://it.formabilio.com/concorso-design/perfectable  

Flormart Garden Show, primo premio al progetto ""Uomini albero"

Il primo premio del concorso internazionale di architettura del paesaggio promosso da Flormart, il salone internazionale del florovivaismo e giardinaggio, è andato – per la sezione dedicata ai progetti già realizzati – al progetto dell'agronomo Massimo Cecchetto e dell'artista Daniele Delfino. Secondo premio al Jellyfish Barge di Pnat Srl e terzo al Terzo Giardino di Studio ++ di Firenze. Gli otto progetti finalisti della sezione dedicata giardini temporanei da realizzare saranno presentati dal 9 all'11 settembre in Fiera a Padova con uno speciale allestimento.

Il progetto "Uomini albero", curato dall'agronomo Massimiliano Cecchetto e dall'artista Daniele Delfino in collaborazione con l'artista francese Blaise Cayol si è aggiudicato il primo premio della sezione I del concorso internazionale Flormart Garden Show, che rappresenta una delle grandi novità della 66esima di Flormart, il salone internazionale del Florovivaismo e Giardinaggio (Fiera di Padova, 9-11 settembre 2015). Il progetto nasce per valorizzare i Giardini Cascina Nigozza di Cinisello Balsamo (Milano) attraverso la creazione di un'area didattico-ricreativa a tema ecologico-culturale, pensata come spazio originale di aggregazione e socializzazione.

Una finalità raggiunta con la realizzazione di installazioni ludico artistiche che rappresentano un gruppo di uomini-albero che emergono dalla terra. Un'opera da "ammirare" e al contempo da "vivere" in modo ludico, perché i tre personaggi centrali costituiscono anche tre strumenti a percussione che sfruttano le proprietà acustiche di legno, metallo e pietra, materie basilari del mondo naturale usate fin dalla preistoria. L'obiettivo, come spiegano i progettisti, è quello di «donare il senso del giardino come teatro di un luogo per la didattica e la ricreazione dello spirito, in un contesto di armonia biologica ed esistenziale: l'uomo nella natura». La giuria ha deciso all'unanimità di premiare il progetto con le seguenti motivazioni: «evidenzia con qualità e capacità tecnica progettuale, l'importanza del ruolo del verde nel paesaggio, traducendo la sua dimensione storica, culturale ed artistica in un luogo definito. I membri della giuria valutano la pertinenza, coerenza ed equilibrio della composizione, e la ricerca sui materiali e sostenibilità».

Secondo premio invece è andato al progetto "Jellyfish Barge" di Pnat Srl, coordinato dal professor Stefano Mancuso dell'Università di Firenze: serra galleggiante del futuro che permette di produrre alimenti senza consumo di suolo e «propone una soluzione innovativa di coltivazione sostenibile a basso impatto ambientale in ambito urbano, in cui si individuano degli elementi di flessibilità che lo rendono interessante per un diverso disegno del paesaggio, e lo sviluppo di forme di aggregazione sociale, favorendo al contempo la creazione di microeconomie».

Terzo premio a "Terzo Giardino", che vede come capogruppo Vincenzo Rosario Fiore di Studio ++. Si tratta di un intervento di arte pubblica, un giardino temporaneo realizzato a Firenze in una sponda dell'Arno "abbandonata", attraverso percorsi "per sottrazione" nella folta vegetazione. «L'intervento permette – si legge nelle motivazioni - di dare forma e senso a un'area marginale, in linea con il contesto del paesaggio urbano, stimolando un nuovo approccio al rapporto con la naturalità. La commissione apprezza la sostenibilità dell'intervento, il mantenimento della biodiversità, e il valore storico e simbolico».


Due menzioni speciali sono andate al progetto di riqualificazione del Parco degli Stimmatini a Bosco Chiesanuova (Padova) di Fortunato Dal Ben e al progetto culturale "Italian Botanical Heritage" di IBH.

Alla giuria non è toccato un compito semplice, per la grande qualità delle proposte presentate. La commissione che ha valutato i progetti, presieduta dall'architetto Giorgio Strapazzon, era composta dal presidente Uniscape Manuel Palm Salazar, dalla docente del Dipartimento Territorio e sistemi agro-forestali dell'Università di Padova Lucia Bortolini, dalla direttrice della rivista Paysage Novella Cappelletti e da Gianpaolo Barbariol, già Capo Settore del Verde del Comune di Padova.

I progetti in concorso verranno presentati in occasione di Flormart, in programma dal 9 all'11 settembre in Fiera a Padova. Durante la manifestazione verranno inoltre decretati i vincitori della seconda sezione: otto i progetti selezionati dalla giuria, che verranno presentati in Fiera attraverso uno speciale allestimento.

martedì 25 agosto 2015

Il premier Renzi conferma il bonus mobili per il 2016

Nella sua visita allo stand di FederlegnoArredo, il presidente del Consiglio ha avuto modo di confermare al presidente Snaidero il rinnovo del provvedimento anche per il prossimo anno, aprendo a nuove misure a favore delle giovani coppie.

"Il mondo non morirà mai di fame per la mancanza di meraviglie, quanto per la mancanza di meraviglia". Citando lo scrittore anglosassone Gilbert Chesterton, il premier Matteo Renzi ha concluso oggi il suo intervento in occasione del Meeting di Rimini, una partecipazione che ha avuto un momento di rilievo nella sua visita allo stand di FederlegnoArredo dove il premier si è intrattenuto per alcuni minuti con il presidente Roberto Snaidero. Un dialogo cordiale e amichevole durante il quale il premier ha confermato il rinnovo del Bonus Mobili anche per il 2016 e ha mostrato piena disponibilità a sviluppare un nuovo provvedimento che possa offrire agevolazioni alle giovani coppie.

Proprio attorno al mondo dei giovani ha preso forma la presenza di FederlegnoArredo al Meeting di Rimini dove, attraverso vari momenti di incontro e la mostra Benvenuti a casa nostra. Storie di passione, lavoro, educazione è stato possibile presentare le attività del Polo Formativo del legno arredo, un grande progetto di formazione professionale e inserimento nel mondo del lavoro che la Federazione ha avviato in Lombardia due anni fa con l'obiettivo di creare opportunità di lavoro ai tanti giovani che sempre più si avvicinano al mondo del legno arredo attirati dalla sua capacità di generare bellezza e meraviglia (www.poloformativo-legnoarredo.it).

L'iniziativa si colloca in un fase in cui dalle imprese arrivano segnali sul tema lavoro che inducono ad un cauto ottimismo, come testimoniato dal fatto che il 37% delle aziende del settore dichiara di voler introdurre nuove risorse in organico entro fine anno (fonte Centro Studi FederlegnoArredo).

 

Milano, 25 agosto 2015

giovedì 13 agosto 2015

La collezione WEB di Zalf

NOVITA' 2015

La collezione WEB di Zalf


I nuovi letto e scrittoio Web sono accomunati dall’ampia gamma di colori disponibili e dalla forma distintiva delle gambe in legno.


La nuova collezione Web di Zalf - brand del Gruppo Euromobil specializzato in camere per bimbi e ragazzi, soluzioni living e per l’ufficio – è composta da letto e scrittoio

Il letto Web è tessile con giroletto rivestito in tessuto sfoderabile, con sommier e testiera imbottita. 

È disponibile sia in versione letto singolo che da una piazza e mezza (220 centimetri di lunghezza, 126 di larghezza e 90 di altezza per la testiera.

Il letto Web poggia su gambe in legno dalla forma particolare e distintiva che sono disponibili nei colori bianco, canapa e olmo sand.

Lo scrittoio Web è dotato di gambe in legno con la stessa forma del letto Web e misura 135 centimetri di larghezza, 80 di profondità e 72,8 di altezza.

Il piano è in melaminico dallo spessore di 2,8 centimetri ed è disponibile in diciassette diversi colori: bianco, canapa, rovere bianco, rovere canapa, natural wood, grey wood, avorio, selce, mango, arancio, lilla, azzurro, blu glicine, blu baltico, verde eden e i due nuovissimi colori materici olmo sand e olmo amazon.

Tutte queste colorazioni sono disponibili anche per il letto Web e sono perfettamente abbinali e integrabili con gli altri completamenti d’arredo Zalf, per la massima libertà compositiva della camera per bimbi e ragazzi.


www.gruppoeuromobil.com

mercoledì 5 agosto 2015

Kreoo: tutte le forme del giardino

Il giardino secondo Kreoo


Il giardino di Kreoo si veste dei mille colori del marmo e delle tante proposte del suo catalogo, adatte ad ogni gusto ed esigenze ma con un comune denominatore: l'inconfondibile eleganza del segno stilistico che caratterizza il brand.

Intriganti sistemi di sedute per l'esterno dagli abili abbinamenti di marmo e legno o marmo e metallo, spesso ispirati alle forme e al movimento perpetuo della natura … oggetti di design che distillano il meglio da materiali di cui l'uomo si circonda istintivamente.

In ordine di apparizione nel catalogo Kreoo, di seguito le eleganti proposte per il giardino in marmo e legno.

Pavè Stone_ Come sassi del fiume_Design Enzo Berti
Forme tradotte dall'elaborazione scultorea che lo spontaneo scavare e levigare dell'acqua produce sulle pietre dei greti dei fiumi. Pavé Stone è una seduta realizzata attraverso la sovrapposizione di due piani naturali agganciati tramite un perno che ne permette una perfetta mobilità. La base è in marmo e la seduta in frassino termo-trattato spazzolato. Il legno, sottoposto ad alte temperature, diventa inalterabile agli agenti atmosferici garantendo un'ottima affidabilità e durata nel tempo. La seduta si declina in Pavè Log (panca) e Pavè Drink (tavolino).

Oasi_Esotici atolli tropicali _Design Enzo Berti
La vista aerea della collezione Oasi ricorda le forme tipiche degli atolli tropicali.
La seduta è realizzata in marmo con sedile in legno trattato. La leggerezza della seduta è conferita dal verticale susseguirsi ritmico di pieni e di vuoti; strati di Travertino con finitura sabbiata che esaltano la matericità e le caratteristiche intrinseche del marmo.

Grove_Eleganti mangrovie_Design Enzo Berti
Esotica, originale, misteriosa … Grove è una panca modulare in marmo caratterizzata e sostenuta da paletti di legno Iroko passanti il cui aspetto ricorda le rigogliose radici delle mangrovie che emergono dalla terra come piedistalli. Ideale per spazi contract esterni ed interni, la modularità della seduta permette la composizione di diverse forme e il suo utilizzo in aree piccole e grandi.

Moon_Le fasi della luna_Design Enzo Berti
Intrigante, empatico, misterioso come la luna: Moon è un sistema flessibile sgabello- tavolo in marmo e legno e base in metallo dove le forme di sedute e piano tavolo ricordano le fasi lunari. La seduta e il tavolino d'appoggio, infatti, vivono da soli oppure possono essere agganciati l'uno all'altro ad incastro in una sorta di coreografico grappolo di sedute e piani di appoggio.


River & Stream_Composizioni naturali_Design Enzo Berti
Levigate, filanti, scultoree. River e Stream sono due nuove sedute interno/esterno ottenute dalla sovrapposizione di una base in marmo e una di legno lamellare che propongono due inedite basi in marmo: la prima filante e allungata dall'effetto estetico estremamente elegante, la seconda una sorta di confetto triangolare perfettamente aggraziato e bombato. I materiali naturali giocano sul contrasto-incontro fra la concentrazione materica del marmo e la leggerezza formale del legno rendendo un'estetica aggraziata e fluida. I due nuovi modelli vivono da soli ma sono stati progettati per integrarsi vicendevolmente perchè l'ansa scultorea di River accoglie naturalmente l'angolo arrotondato di Stream realizzando una seduta componibile  a più posti. Ideale per contract e home.




Nota
Il marmo non emette nell'ambiente sostanze nocive, non favorisce la crescita di microrganismi batterici e muffe ed è incombustibile, anche in caso di incendio non sviluppa gas tossici.
I materiali lapidei possono essere trattati, puliti ed igienizzati con prodotti a basso impatto ambientale.

martedì 4 agosto 2015

Il Gruppo Snaidero investe sullo sviluppo ed il rilancio dei propri Brand internazionali e cede il 70% della divisione franchising a Nobilia

Gruppo Snaidero ha siglato l’accordo per la vendita del pacchetto di controllo di FBD, divisione franchising del Gruppo, dopo una lunga trattativa, al Gruppo industriale tedesco Nobilia.
FBD è il frutto di un investimento effettuato dalla Snaidero ad inizio anni 2000 e che ha portato una piccola catena di negozi a diventare oggi il più grande network europeo specializzato nel settore cucine con 370 punti vendita in Europa e Nord Africa con un fatturato sviluppato dai franchisee di quasi 500 milioni di €. Il Gruppo Nobilia aveva dimostrato già da tempo grande interesse all'acquisto dell'intero pacchetto FBD, importante asset del Gruppo Snaidero dopo l’acquisizione di una prima tranche del 30% avvenuta nel 2009.
L’operazione consente a Snaidero di riequilibrare la propria struttura debitoria e di trovare risorse finanziarie per supportare un’importante fase di crescita sia sui mercati domestici che internazionali dei propri brand. Il Gruppo Snaidero è l'unico gruppo italiano del settore cucine che negli ultimi 20 anni, tramite varie acquisizioni, ha sviluppato una dimensione internazionale con i marchi Snaidero, marchio italiano di design e qualità riconosciuto in tutto il mondo, Arthur Bonnet e Comerà in Francia, Rational in Germania e Regina in Austria.
La divisione franchising FBD è stata per circa 15 anni, un asset importante ma complementare della parte industriale del Gruppo Snaidero, generando negli anni una crescita continua sia in termini di fatturato che di redditività. Molti gli stakeholders internazionali del settore che per questo motivo in questi anni hanno dimostrato interesse alla sua acquisizione. La partnership con Nobilia prima e la cessione definitiva alla stessa è vista quindi come la logica conclusione di un processo di generazione di valore del capitale investito nel settore della distribuzione, mentre ora il Gruppo Snaidero prosegue il suo cammino con una focalizzazione nel settore manifatturiero e del brand design, anche grazie ad un nuovo piano di investimenti da oltre 10 milioni di euro.
Il Presidente e AD del Gruppo Snaidero l'Ing Edi Snaidero dichiara - "La vendita di FBD rappresenta per il Gruppo Snaidero un'occasione unica per il futuro degli altri importanti marchi che lo compongono. Il nostro fatturato oggi di circa 180 milioni di euro si contrae a seguito della vendita di FBD a 130 milioni, decremento che verrà colmato con il nuovo piano triennale di sviluppo. Il Gruppo Snaidero con la consociata Arthur Bonnet resterà comunque il secondo fornitore del network FBD. La decisione di vendere FBD è per noi una decisione strategica" - continua il Presidente - "una decisione che ci permetterà di poter continuare a investire in maniera ancora e sempre più importante in prodotti e in tecnologia. I primi risultati di questo grande lavoro che stiamo già da tempo attuando stanno ora portando le prime importanti evidenze: il marchio Snaidero nel primo semestre ha registrato una crescita a doppia cifra sia nel mercato italiano, mercato che per il nostro settore è ancora in stagnazione, sia nei mercati internazionali e per i numerosi  progetti acquisiti dalla divisione Contract. Il nostro obiettivo è quello di continuare a puntare su prodotti di design, sulla ricerca e innovazione tecnologica supportati dal grande valore del marchio Snaidero e dei brand esteri del Gruppo per essere sempre più competitiva in tutti i segmenti di gamma"- conclude l'Ing. Edi Snaidero.
La Snaidero è stata assistita per l’operazione di cessione FBD dagli advisor finanziari e legali, Capitalink, Lavorenti & Associati, Studio Pecile. L’operazione si concluderà una volta ottenute le approvazioni delle autorità competenti.

LEGNO-ARREDO: 
POSITIVE LE ASPETTATIVE DI VENDITA PER IL SECONDO SEMESTRE

In crescita soprattutto i mercati extra-UE (+6,9%), recupera il mercato interno. Per la prima volta da sei anni, torna in positivo il saldo tra le aziende sorte e quelle cessate. Migliora anche il sentiment sull’occupazione: il 37% delle aziende dichiara di voler introdurre nuove risorse in organico entro fine anno
Il settore legno-arredo lancia i primi segnali di ripresa grazie a una crescita significativa dei mercati esteri ma anche ad un recupero del mercato interno.
Sono queste le prime evidenze contenute in una recente rilevazione effettuata dal Centro Studi FederlegnoArredo su un campione di oltre 600 aziende associate, che ha riguardato in particolare l’intenzione delle aziende di effettuare nuovi inserimenti occupazionali entro il 2015.
Le aziende comunicano una valutazione positiva delle aspettative di vendita per il 2015 soprattutto verso i Paesi extra-UE, in particolare USA, Medio Oriente, Centro America e Cina. Buoni segnali anche dal mercato interno che mostra una variazione finalmente positiva dopo un lungo periodo di calo. La velocità di crescita resta differente tra i mercati, con un tasso di sviluppo del 6,9% dell’estero rispetto all’Italia con un +3,8% che però inizia a recuperare.
I dati confermano un trend già rilevato durante il 2014 di una crescita delle esportazioni complessive del 2,9%, grazie in particolare alle vendite nel Regno Unito (+10,4%), Stati Uniti (+13%), Cina (+28,9%) e Arabia Saudita (+14,4%).
Le previsioni sulle vendite nel 2015 sono alla base delle indicazioni fornite dalle aziende su nuovi inserimenti lavorativi previsti nel 2015: il 37% dichiara di voler introdurre nuove risorse in azienda. Per il 66% di essi si tratta di un nuovo inserimento in aggiunta all’organico mentre solo il 14% dichiara trattarsi di una sostituzione e il restante 20% lascia aperta l’opzione tra le due scelte. La proiezione sul totale delle imprese associate determinerebbe un numero di inserimenti pari al 2,5% degli addetti attuali, al lordo di eventuali dimissioni o riduzioni nel settore.
Le figure ricercate sono infatti prevalentemente commerciali (oltre il 50%) e tecniche, legate al design e alla ricerca e sviluppo (il 30%): il 32% richiede uno o più export manager a supporto delle strategie di internazionalizzazione e il 22% figure commerciali per l’Italia, destinate al presidio della rete e dei punti vendita; il 29% ricerca personale per ufficio tecnico e R&S.
Rilevante anche il peso che viene attribuito alle risorse di produzione con un 46% delle richieste e agli acquisti e logistica con un 12% del totale. Il restante 20% dichiara di voler inserire risorse di gestione e amministrative.
Per quanto riguarda le compagini societarie, l’indagine rileva un segnale di discontinuità nel comparto dell’Arredo che registra un saldo positivo tra le aziende sorte e quelle cessate nel secondo trimestre 2015 (+0,19%) dopo oltre 6 anni di risultati negativi. La rilevazione dei dati offre un’indicazione significativa in un contesto di mercato i cui segnali di ripresa restano ancora incerti, e fa emergere la volontà di prepararsi adeguatamente alla ripartenza.
Il campione rispondente è costituito da aziende medie e medio-grandi che tipicamente anticipano le tendenze del settore nei momenti di ripresa: sono infatti quelle che indicano un numero di inserimenti maggiori ma che operano come leva anche presso l’indotto a esse collegato, costituito da aziende artigianali minori.
Il tema del lavoro e dei nuovi scenari occupazionali nel settore legno-arredo saranno al centro della presenza di FederlegnoArredo al Meeting di Rimini (pad. C1, dal 20 al 26 agosto 2015), dove verrà in particolare raccontata l’esperienza positiva del nuovo Polo Formativo del Legno Arredo, avviato due anni fa in Brianza con l’obiettivo di offrire nuove opportunità occupazionali ai giovani.

Milano, 4 agosto 2015

Diemmebi partecipa a "I maestri del paesaggio" // Settembre 2015 // Bergamo


Anche Diemmebi partecipa all'allestimento di "Paesaggio Nomade" in occasione della terza edizione de "Il legno dalla Natura alle Cose" durante la manifestazione internazionale "I maestri del paesaggio"
dal 5 al 20 di settembre a Bergamo

In occasione dell'evento che coinvolge la di città Bergamo "I maestri del paesaggio" Il legno dalla Natura alle Cose si presenterà con la mostra "Paesaggio Nomade" curata dallo studio Basaglia Rota Nodari, che ha progettato anche l'allestimento.

Numerose sono le aziende del settore legno che ogni anno ardiscono alla manifestazione, tutte unite nella forte passione per un materiale che oltre che essere vivo, naturale, conserva la CO2 assorbita dall'ambiente e non la restituisce fino quando non lo si brucia o si decompone.

Il progetto dell'allestimento sposa il tema della manifestazione "I maestri del paesaggio": "il paesaggio che nutre: le colture agrarie fanno paesaggio".
"Abbiamo voluto raccontare il mondo del legno come una coltura agricola: filari di alberi stilizzati che si ergono su di un campo nero di sughero rappresentano la rinascita di un ambiente deturpato dalla deforestazione. Dagli alberi è possibile estrarre tesori preziosi grazie alla maestria di chi sapientemente sa trasformare questo materiale così nobile".  Spiega Alberto Basaglia. "E' un viaggio quello che questi oggetti compiono, dal paesaggio naturale migrano verso nuovi ambienti e luoghi più antropizzati mantenendo il loro carattere primordiale", precisa Natalia Rota Nodari.

Per questa occasione, le panchine Zeroquindici.015 Diemmebi, in una speciale finitura oro opaca faranno da spot light alla STAZIONE FERROVIARIA DI BERGAMO (Piazzale Guglielmo Marconi), al SENTIERONE (Via commerciale pedonale principale di Bergamo) e in Città Alta: STAZIONE DI ARRIVO DELLA FUNICOLARE (Piazza Mercato delle Scarpe) e PORTA S. ALESSANDRO (Largo Colle Aperto).
A fare da corollario alla mostra sono previsti i laboratori per i bambini organizzati dalla Fondazione Museo del Falegname e la scuola di Falegnameria del CFP di Curno. Da non perdere, inoltre, il Woody night show previsto per l'11 settembre 2015: musica, arte, sapori e tanto legno.

La mostra si estende anche per le vie di città alta.
Paesaggio Nomade è rappresentato da una piccola isola verde viaggiante; vuole trasmettere il concetto che il paesaggio è anche nutrimento dello spirito. Chi viene a visitare Bergamo e Città Alta in questi giorni può nutrirsi di ciò che ha visto e chiudere in un baule ideale le sensazioni vissute e portarsele con se pronte all'uso in contesti non altrettanto suggestivi… un piccolo cestino da pic nic da cui in ogni momento posso estrarre in tutto relax qualche piccola prelibatezza preparata in casa.
 
Per questa edizione le aziende partecipanti sono: Bertoli Valentino, Ceroni & Partners, Falegnameria Adda, Falegnameria Guerinoni, Fratelli Mager, Fas Pendezza, Filippi Legnami, Gamba Imballaggi, Gamba Serramenti, Imex, Le Soprano, Legnami Zanella, Love Locatelli Design, Losa Legnami, Maxcolor, Minelli, Mobilificio Fattorini, Riva, Società Legnami Paganoni, Sartirani Legnami, Valsecchi 1918, Wood Friend, Tino Sana.

DELLERA PELLICCE, HOME SWEET HOME...


Il brand milanese sarà presente a Homi con la collezione Home dal 12 al 14 settembre al padiglione 6 Stand L10.

Dellera Pellicce - cuscini volpe shadow-lapin zebra (3)Il fascino caldo e intramontabile di  Dellera  accompagna giorno e notte nel gelo dell'inverno con la sua favolosa home collection dai tratti davvero esclusivi. 

Icona di un look senza tempo, Dellera Pellicce propone a Homi una collezione sfiziosa di coperte e cuscini in lapin, lupo, mongolia, opossum, visone e volpe. 

Dal beige al marrone, all'ottanio, al tasmania, al nero, uno scenario magico e variopinto di modelli unici, "scalda" l'ambiente con quel tocco dolce di classe, di emozione e di design...

Firmato Dellera Pellicce.
 
Il brand milanese sarà presente a Homi con la collezione Home dal 12 al 14 settembre al padiglione - Stand L10.

FEED

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI