CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime notizie di Arredo e Design

Cerca nel blog

domenica 10 dicembre 2017

Arredamento. Il nuovo L Shape 3N1 Gold di Insinkerator trionfa all'House Beautiful Awards 2017

InSinkErator 
Il nuovo erogatore L Shape 3N1 Gold di InSinkErator trionfa alla 13° edizione House Beautiful Awards 2017 nella categoria Best Household Appliance
Image
Londra, 10 Dicembre 2017 – Il nuovo L Shape 3N1 Gold di InSinkErator, la multinazionale americana che ha inventato il dissipatore alimentare, ha trionfato nella 13° edizione dell'House Beautiful Awards 2017, il prestigioso premio di design che è stato recentemente consegnato presso lo IET di Londra.

L'erogatore di design, ora disponibile anche in Italia, ha riportato la medaglia d'oro nella categoria Best Household Appliance per la speciale combinazione tra estetica e praticità.

Grazie alla sua tecnologia, il 3N1 è in grado di offrire all'istante acqua ad una temperatura prossima a quella di ebollizione permettendo di risparmiare tempo ed evitando inutili attese e sprechi. Questo prodotto, frutto del connubio tra l'ingegneria americana e la creatività italiana, è in grado di riempire fino a 100 bicchieri in un'ora, una vera e propria corsa contro il tempo.

Infine, ma non meno rilevante, il sistema di filtraggio permette di rendere più purificata l'acqua consentendo di risparmiare l'acquisto di bottiglie al supermercato e riducendo il consumo di plastica.

Come sempre quando si tratta di InSinkErator, i due erogatori sono prodotti pensati per essere eco-friendly con l'obiettivo di migliorare la vita delle persone coniugando interesse pubblico e privato, ambiente, funzionalità e design. In questo contesto, InSinkErator è una certezza, leader di una filosofia del prodotto sostenibile.


Image
Image
--
www.CorrieredelWeb.it

Arredo bagno: Colonna Crio by Damast. Il design si inchina al benessere


Crio, il titano posto dai fratelli come pilastro del sud tra il cielo e la terra, è il nome scelto da Damast per la colonna mezzo totem dedicata agli amanti del design funzionale.

Le morbide linee progettuali di Crio, infatti, sono state concepite per massimizzare i benefici dei getti frontali e dell'ampio soffione mentre i contrasti cromatici delle versioni black e white con gli accessori cromo lucido sono in grado di soddisfare anche l'occhio più esigente.

Se da un lato il nome Crio rende la colonna doccia un pilastro del design, l'acciaio inossidabile AISI 304 con cui è realizzata, enfatizza l'appartenenza della doccia Damast alla generazione dei titani divenendo sinonimo di robustezza e affidabilità.

Il set colonna mezzo totem Crio, disponibile con finitura bianca, cromo o nero, è attrezzato con miscelatore e deviatore incorporati ed è fornito con la pratica doccetta monogetto Link in ABS cromato corredata di un lucente flessibile antitorsione Satilux da 150 cm.


Damast - Sistemi funzionali per la doccia
Dati tecnici
Set colonna mezzo Totem 1500x150x75 - 555x150x20 mm in AISI304
Finiture: Bianco, Nero, Cromo
Deviatore: incorporato
Miscelatore: incorporato
Doccetta Link in abs cromato: altezza 216 mm, diametro 31 mm, attacco G1/2M. 1 getto
Tubo flessibile Satilux150 cm doppia aggraffatura




--
www.CorrieredelWeb.it

Riscaldamento domestico. Consigli Arteclima per gli Installatori per la resa ottimale delle valvole termostatiche

L'installazione e la manutenzione delle valvole termostatiche è resa ancora più semplice grazie ad Arteclima ed al semplice e sintetico "manuale" che mette a disposizione degli Installatori, per indicare loro gli accorgimenti e gli interventi da compiersi, in base all'impianto su cui il dispositivo si va ad inserire. 


L'obbiettivo è la resa ottimale della sua ampia gamma di valvole termostatiche, in termini di efficienza energetica e di conseguente risparmio economico, con un occhio di riguardo per le attenzioni che garantiscono il perfetto comfort termico ed ambientale, permettendo di silenziare anche i rumori.

Ad esempio Arteclima spiega che, in caso di installazione delle valvola su radiatori, in edifici che hanno una vita di oltre 30/40 anni ed i cui tubi possono essere vetusti, è necessario innanzitutto verificare quanti edifici, numero di appartamenti, colonne e circuiti sono collegati allo stesso impianto termico; e poi visionare  la tipologia di espansione dell'impianto di riscaldamento - se dotato di sistema con vaso di espansione chiuso oppure vaso aperto - normalmente collocato nella parte più alta della distribuzione. 

Inoltre, si può procedere con un lavaggio accurato del circuito idraulico per risanarlo e bonificarlo da fanghi, incrostazioni e depositi, in modo da assicurarne così il funzionamento ottimale. 

Molto spesso, se gli edifici sono stati costruiti decenni fa, non si possiedono i loro schemi di funzionamento ed i dati di progetto: in questi casi, Arteclima consiglia di prevedere l'installazione, al piede di ogni singola colonna montante, della valvola di controllo e di regolazione della pressione differenziale, in modo da poter intervenire su di essa in caso di accertata rumorosità. 

Invece, a proposito della manutenzione periodica stagionale, sono indicate differenti operazioni, tra cui, il controllo e la pulizia dei filtri, la verifica del funzionamento dell'impianto di addolcimento in tutte le sue fasi; la pulizia del sistema di comando rigenerazione; il carico/rabbocco del sale nel serbatoio e l'analisi della durezza a monte ed a valle dell'impianto. 

In caso si manifesti un malfunzionamento della valvola termostatica, Arteclima rileva che la causa potrebbe essere la presenza di depositi di sporcizia che, dopo un periodo di completa chiusura, tendono a far "bloccare la valvola": basterà effettuare la semplice pulizia della sede "vitone" oppure la rapida sostituzione del gruppo otturatore per ripristinarne il funzionamento ottimale.

venerdì 8 dicembre 2017

ARMSTRONG BUILDING PRODUCTS: Seismic Rx(R), controsoffitti più stabili in caso di evento sismico

Seismic Rx®, controsoffitti più stabili in caso di evento sismico

Armstrong Building Products - Azienda specializzata nella produzione e commercializzazione di soluzioni complete per controsoffitti acustici – presenta Seismic Rx®, un sistema di sospensione in grado di migliorare la stabilità del controsoffitto in ogni area, da quelle a bassa, sino a quelle ad elevatissima pericolosità sismica. In tal senso, tra le priorità della Legge di Bilancio 2018 (ddl 2960), approdata in Senato il 31 ottobre scorso, spicca la necessità di favorire la riqualificazione e la messa in sicurezza del patrimonio immobiliare nazionale attraverso, ad esempio, il sisma bonus 2018. 

Questa iniziativa prevede una proroga fino al 31 dicembre 2021 delle detrazioni per gli interventi di adeguamento antisismico. Le agevolazioni si applicano sia alle imprese che alle abitazioni, nella misura del 50%, fino a un ammontare complessivo delle spese non superiore a 96.000 euro per unità immobiliare/anno. La percentuale si eleva fino al 70% o all'80% qualora i lavori determino il passaggio, rispettivamente, ad una o due classi di rischio inferiori, per immobili ricadenti nelle zone 1, 2 e 3.

Una soluzione sicura e completa che garantisce costi di installazione contenuti rispetto alle strutture tradizionali ed è adatta per tutta la gamma di pannelli con dettagli bordo Board, Tegular e Vector di Armstrong. La massima resistenza di Seismic Rx® è certificata dagli stringenti test antisismici in scala reale a cui è stato sottoposto presso l'Università di Buffalo dello Stato di New York. A seguito delle prove dinamiche e statiche superate, il prodotto ha ottenuto dall'ICC-ES (International Code Council – Evaluation Service) una dichiarazione di conformità alla regolamentazione USA per eventi sismici a rischio grave.* Inoltre, Seismic Rx® è conforme anche alle normative europee EN 1998-1 e EN 13964.

In virtù delle sue elevate performance, Seismic Rx® è ideale in numerosi ambiti di applicazione dove è importante garantire un'ulteriore protezione per il soffitto, come ad esempio dove c'è presenza di vibrazioni intermittenti (e.g. negli impianti chimici). Altre aree di applicazione interessanti sono gli ospedali, le strutture di difesa e di gestione delle emergenze (caserme dei vigili del fuoco, stazioni di polizia...), che devono essere sempre operative, anche in caso di terremoto o altri eventi gravi.

Il sistema Seismic Rx® potenzia la protezione necessaria per la resistenza sismica utilizzando elementi progettati appositamente per ridurre le complessità dell'installazione e per assicurare, al contempo, le migliori prestazioni. In dettaglio, Seismic Rx® prevede l'utilizzo di una struttura Prelude 24 mm XL2 e di specifici accessori, da adottare a seconda delle aree di pericolosità. In zone a rischio moderato è raccomandato l'uso del Profilo Perimetrale T 3024 H, di controventi - che fungono da ulteriore sistema di contenimento delle forze dinamiche laterali e verticali esercitate dalle onde sismiche - e di clip BERC2 su tutti i lati della stanza, al fine di impedire alle estremità dei traversini e dei profili portanti di separarsi in caso di scosse. Nelle aree più critiche, a questi devono essere associati giunti di separazione per l'orditura principale e secondaria ed è infine necessario adottare disposizioni particolari per gli elementi di servizio, come i corpi illuminanti e le griglie di ventilazione, che vanno pendinati indipendentemente al solaio.

Alessandro Buldrini, Regional Sales Manager di Armstrong Building Products, dichiara: "Secondo l'ultima classificazione sismica dei comuni italiani della Protezione Civile, il 44% del territorio nazionale, pari al 36% dei comuni italiani, è situato in aree ad elevato rischio. In queste zone risiedono 22,2 milioni di persone e si trovano oltre 6,1 milioni di edifici, di cui quasi 1 milione ad uso produttivo, con 4,7 milioni di addetti distribuiti in 1,5 milioni di unità locali.**" E continua "Seismic Rx® si posiziona in questo contesto come un sistema ideale, in caso di interventi di adeguamento antisismico, grazie anche ad iniziative a sostegno del patrimonio edilizio italiano, come il sisma bonus, che porterà un importante contributo nella trasformazione di impianti, uffici e scuole in spazi sostenibili e sicuri, in grado di assicurare l'incolumità il benessere indoor degli occupanti."



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 6 dicembre 2017

Pavanello Serramenti presenta il primo esclusivo kit per la cura dei serramenti in legno

Da febbraio 2018, assieme a tutte le finestre in legno realizzate dalla Pavanello Serramenti verrà fornito un esclusivo kit.



A partire da febbraio 2018, Pavanello Serramenti offrirà a tutti i clienti privati che acquisteranno per la prima volta un serramento in legno un esclusivo kit per la cura delle finestre in legno. Il cofanetto è stato creato per offrire uno strumento che migliori ulteriormente la resa delle finestre nel tempo, andando così a completare e valorizzare l’esperienza del cliente che acquista un infisso firmato Pavanello Serramenti, anche nei minimi dettagli.

Proprio per permettere al cliente Pavanello Serramenti di vivere l’infisso al massimo delle proprie qualità, la prima cosa che egli troverà all’interno del kit sarà un libretto di uso e manutenzione, nel quale oltre agli accorgimenti tecnici sono descritte tutte le buone pratiche utili a sfruttare al massimo gli infissi Pavanello.
Lo speciale cofanetto conterrà anche tutto il necessario per mantenere perfetti nel tempo i serramenti in legno e incrementare così sempre più la loro vita e il loro valore: un unguento Maico specifico per le guarnizioni, un prodotto Maico per lubrificare le ferramenta e due prodotti Remmers dedicati alla pulizia dei serramernti.

Questi “cosmetici” per le finestre in legno sono stati specificatamente studiati per Pavanello e sono stati creati dagli stessi produttori delle vernici e della ferramenta delle finestre. L’utilizzo di questi prodotti permetterà così ai clienti di mantenere le finestre in maniera impeccabile anche ben oltre i termini standard di garanzia. Grazie a questi prodotti, non sarà più necessario spendere tempo e denaro alla ricerca di prodotti per la cura del proprio infisso, rischiando di utilizzare detergenti non conformi che possono deteriorare l’infisso.

Per tutti coloro che sono già clienti Pavanello, sarà possibile acquistare il kit direttamente presso uno degli oltre 100 rivenditori ufficiali Pavanello Serramenti.


Francesco Pastoressa
Ufficio Stampa Pavanello Serramenti
Tel. +39 040 761404
www.ippogrifogroup.com

domenica 3 dicembre 2017

Mobipool: dai resort esotici all'Italia le piscine galleggianti Mobipool

MOBIPOOL: LA PISCINA GALLEGGIANTE

UN'INNOVAZIONE IN ESCLUSIVA MONDIALE – In seguito al grande successo ottenuto negli altri Paesi d'Europa e del mondo, il Desjoyaux è felice di annunciare che anche in Italia è stata installata la prima Mobipool. 
A giugno 2017, la piscina galleggiante è stata infatti montata direttamente sul lago Maggiore, nella città di Dormelletto (Novara, Piemonte). 
Luciano Uzzo, Direttore Generale del Gruppo Piscine Desjoyaux in Italia, ha partecipato personalmente all'inaugurazione di quella che considera "un'innovazione che stravolgerà completamente il concetto di piscina a cui eravamo abituati".


"IMMERGERSI" NELLA NATURA – Fino ad oggi, la piscina era concepita come un mezzo alternativo a ciò che la natura già ci fornisce, come se le due esperienze dovessero andare in direzioni opposte … Ma sta nascendo un nuovo mondo! Un mondo in cui la piscina può essere utilizzata come strumento per riavvicinarsi alla natura! Una natura più confortevole e sicura. 
Per questo Desjoyaux ha creato la possibilità di installare una piscina modulabile galleggiante per favorire una balneazione più pulita. Tutto questo, sfruttando una superficie fino ad oggi mai utilizzata: uno specchio d'acqua.


LA GENIALITA' DELLA SEMPLICITÀ – Da sempre Desjoyaux si è posta la missione di assicurare ai propri clienti la fornitura di prodotti di qualità elevata. La Mobipool non sarà certo un'eccezione. L'azienda francese ha progettato infatti un'apposita struttura in alluminio e acciaio, rivestita da PVC rinforzato e con un impianto di microfiltrazione in grado di trattare l'acqua con una finezza di tipo micrometrico. 
Nonostante la sua accuratezza tecnologica, la Mobipool si contraddistingue per la semplicità della sua installazione e manutenzione. La piscina è stata infatti progettata per evitare scavi, palificazioni e terrazzamenti. 
La struttura è inoltre modulare, rimovibile e realizzabile in molteplici forme e dimensioni e prevede un installazione rapida. Il tutto, senza avere un impatto definitivo sul paesaggio.


"LA SEMPLICITÀ È L'ESSENZA DELL'UNIVERSALITÀ". La Mobipool è stata progettata per soddisfare ogni bisogno ed esigenza. 
La possibilità di personalizzarla aggiungendo altre vasche, decorazioni, accessori per relax o svago e tanto altro, permette di vivere esperienze diverse. 
Le sue caratteristiche, rendono inoltre la Mobipool ideale per diversi ambienti: dalla semplice giornata di balneazione alla creazione di nuove opportunità di business per sale ricevimento, ristoranti, beach club, camping, alberghi e resort, per aperitivi, eventi aziendali, feste, matrimoni, set fotografici, corsi di nuoto ed immersioni, etc..

Nella sua semplicità, la Mobipool è una piscina universale!

la nuova realizzazione piscina galleggiante by Desjoyaux


Arredamento. A Shanghai il design è Made in Italy: Bonaldo inaugura un nuovo showroom

Bonaldo, azienda che produce arredamento di design, rafforza la propria presenza worldwide e punta alla Cina

Un mercato, quello cinese, di rilevanza strategica per l'Azienda 100% Made in Italy che conquista anche Shanghai, centro economico e finanziario del Paese dove Bonaldo ha inaugurato un nuovo showroom.

Dopo Pechino, Shenzhen, Hangzhou, quella di Shanghai è la quarta apertura in Cina che, per Bonaldo, rappresenta uno tra i più importanti punti vendita a livello mondiale sia per tipologia di spazio che per posizione.

Un nuovo traguardo che testimonia l'affermarsi del brand sempre più amato e riconosciuto da un pubblico internazionale, grazie alla capacità unica dell'azienda di entrare nel mood e negli stili dei vari Paesi con soluzioni living in grado di soddisfarne le specifiche esigenze abitative.




Redazione del CorrieredelWeb.it

venerdì 1 dicembre 2017

Risponde l’esperto: 6 modi per capire se il tuo rivenditore se ne intende di infissi

Con una rete di oltre 80 rivenditori in tutto il territorio nazionale, Pavanello Serramenti ha acquisito una conoscenza profonda delle necessità dei clienti. Ecco come valutare la professionalità di un rivenditore.
L’acquisto di una finestra è uno dei processi decisionali più importanti quando si tratta di ristrutturare una casa. Quello che spesso si sottovaluta, è la grande influenza che gli infissi hanno sulla classe energetica dell’edificio e sul risparmio energetico dell’abitazione.

Pavanello Serramenti, grazie a una rete di più di 80 rivenditori autorizzati e oltre 100 installatori di fiducia, è riuscita a raccogliere il feedback dei clienti in fase di acquisto delle finestre.

Il sondaggio ha fatto emergere alcune informazioni interessanti. Il primo dato riguarda il fatto che i clienti molto spesso non sanno come rivolgersi ai rivenditori per scegliere la finestra più adatta alle loro esigenze. La conseguenza è che il rivenditore diventa semplicemente “colui che vende”, quando in realtà dovrebbe essere l’architetto della finestra, il professionista che studia il contesto per poi dare al cliente l’infisso migliore.

Quindi quali sono, secondo lo studio di Pavanello Serramenti, le domande che i rivenditori devono rivolgere ai clienti?

Prima di tutto, è importante capire come il venditore si approccia a te.Ti porta nel suo ufficio per studiare la tua casa oppure ti accompagna di fronte a una delle finestre iniziando a elencare tutte le relative caratteristiche?

Se al primo incontro il rivenditore parla subito del migliore infisso per il cliente, e si sposta subito nella zona dello showroom, le cose non vanno bene come dovrebbero. La finestra è un acquisto importante, e per procedere in maniera consapevole, è prima necessario un colloquio iniziale tra rivenditore e cliente.

Al primo approccio con il rivenditore, la preoccupazione di quest’ultimo deve essere quella di parlare con il cliente e comprenderne bisogni, problemi e necessità. Tutto questo è necessario al fine di trovare la soluzione migliore non in senso assoluto, ma per il singolo cliente.

Quindi il rivenditore serio è quello che studia assieme al cliente prima l’abitazione, poi lo stile di vita e infine propone la finestra più indicata rispetto al cliente.

Durante il primo incontro, il venditore fa domande sulla tua casa?

Si tratta di una delle fasi fondamentali nel processo di acquisto di una finestra. Il ruolo del rivenditore, in questa situazione, deve essere quello del consulente che studia la casa e poi propone lui stesso (e non facendo scegliere al cliente) la finestra più corretta per l’ambiente specifico del cliente. Infatti nella scelta dell’infisso giocano un ruolo fondamentale aspetti come l’orientamento delle finestre, i luoghi caldi e freddi delle stanze, le pareti con maggiore irragiamento solare e così via.

Il venditore ti chiede come vivi la tua casa?

Non secondaria è l’analisi dello stile di vita del cliente. Questo aspetto può incidere molto sulla scelta dell’infisso, basti pensare alle diverse abitudini e stile di vita di un single confrontate con le esigenze di una famiglia. Anche il tipo di lavoro del cliente può andare a determinare la scelta degli infissi: ad esempio, le persone che lavorano la notte hanno maggiore necessità di avere buoni elementi oscuranti e insonorizzanti alle finestre, mentre per coloro che lavorano durante il giorno questi elementi possono essere meno importanti.

Il venditore ti propone la stessa tipologia di vetro per qualsiasi tipo di oscurante?

Vendere una finestra solo perché è il top di gamma o solo perché è la più venduta, non significa che sia la scelta migliore per il cliente. Così come il telaio, anche altri elementi come il vetro devono essere attentamente scelti in base alle altre componenti del serramento e in base all’utilizzo da parte del cliente. Consideriamo che il vetro compone circa il 90% di una finestra, dunque si tratta di una delle parti più importanti nella scelta di un infisso.

Se di fronte alla finestra è previsto un oscurante o un frangisole, il vetro deve essere diverso da quello utilizzato in una finestra che non è provvista di questi sistemi oscuranti, perché i raggi solari impattano in maniera diversa sul vetro e lo riscaldano in modi diversi.

Il venditore ti chiede dove sono orientate le finestre?

L’orientamento delle finestre è fondamentale, semplicemente per una questione di temperatura. Certe zone della casa possono essere più fredde o più calde di altre. Ad esempio, i serramenti che vengono installati verso sud devono avere maggiore protezione dall’eccessivo riscaldamento solare estivo.

Stai sostituendo gli infissi. Il rivenditore si sta preoccupando di informarti sulla fase di sostituzione? O pensa solo a venderti una finestra?

Vendere una finestra non è come vendere un capo d’abbigliamento. Si tratta di un’operazione più vicina alla vendita di un’auto: oltre al prodotto, è necessario informare il cliente di tutto ciò che gravita attorno al serramento, dalla sostituzione e smaltimento delle finestre vecchie fino alla manutenzione del serramento nuovo. Ad esempio, il cliente potrebbe essere tenuto all’oscuro dal fatto che un semplice cambio di infissi possa portare naturalmente della muffa nella stanza dove viene effettuato il cambio. Un rivenditore serio è quello che ti mette al corrente delle problematiche legate alla sotituzione degli infissi e ti offre anche delle soluzioni.



Francesco Pastoressa
Ufficio Stampa L’Ippogrifo®
Tel. +39 040 761404
www.ippogrifogroup.com

lunedì 27 novembre 2017

Arredamento. Nasce la tenda a rullo con finiture legno ed acciaio

NASCE LA TENDA A RULLO CON FINITURE IN LEGNO ED ACCIAIO.

Il minimalismo estetico delle tende a rullo trova una nuova, sorprendente declinazione nel legno e nell'acciaio.

È l'essenza di Woodroll, la tenda a rullo con finiture in legno e acciaio di Apostoli Daniele.

Apostoli Daniele nasce nel 1959 come azienda produttrice di tende alla veneziana

A questa attività si sono aggiunte negli anni altre tipi di tende tecniche, tende da sole e porte industriali

La vocazione fortemente tecnologica dell'azienda, unita alla cultura del team, porta alla creazione di prodotti su misura per il cliente, lontani dalle logiche delle vendite di massa.

Macchinari all'avanguardia, realizzazioni secondo i più severi standard tecnici, controllo delle materie prime e dell'intero processo di produzione hanno portato Apostoli a essere oggi tra le aziende più qualificate e prestigiose del settore.

Parole d'ordine: qualità e innovazione.

La qualità e l'innovazione che sono alla base di Woodroll, lo straordinario sistema che unisce la praticità delle tende a rullo all'identità visiva naturale e avvolgente del legno. Per un lusso discreto e contemporaneo. 
Ecologico e funzionale.

Le essenze utilizzate per i componenti della Woodroll sono il mogano e il tiglio, declinate in 3 colori: taupe, brown e dark brown. 

Il sistema è disponibile nel modello square e round.

Le tende a rullo Woodroll possono essere azionate manualmente, tramite motore con telecomando o pulsantiera compatibile con sistema domotico.

Woodroll, la perfetta intesa tra funzionalità ed estetica.


--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 23 novembre 2017

Riscaldamento: Attuatore elettronico di Kerberos, riduce i consumi e migliora il comfort.

XCM-ATW-100 è la termovalvola compatta di Kerberos che consente di regolare automaticamente il flusso di riscaldamento del singolo radiatore tramite i parametri impostati sul pannello centrale del cronotermostato. 

Questa automazione si traduce in una riduzione dei consumi fino al 20% rispetto alle valvole a regolazione manuale poiché il sistema consente di creare fino ad otto zone termiche differenti ognuna con la specifica temperatura ambientale.

Inoltre, grazie all'attuatore motorizzato Kerberos, non è necessario provvedere all'installazione dei contabilizzatori di calore poiché il sistema provvede autonomamente al rilevamento e alla trasmissione puntuale dei dati di esercizio.

L'attuatore elettronico Kerberos è corredato di un dispositivo meccanico anti-manomissione ed è alimentato da tre batterie stick AA da 1,5V che gli consentono cinque anni di funzionamento.

Kerberos
Tecnologie green per l'efficienza energetica
Dati tecnici
Dimensioni: 45 x 92 x 62mm (L x A x P)
Alimentazione: 3 x AA (Stilo) 1.5V
Durata indicativa delle batterie: >5 anni
Attacco: M30 x 1.5 mm
Temperatura operativa: 0 ÷ 85°C
Grado di protezione: IP30
Classe di isolamento: II
Indicatore segnale radio: LED

Funzioni integrate
Funzioni di base: Regolazione ON/OFF, comunicazione wireless con Cronotermostato.
Funzioni speciali: Funzione estiva anti blocco, regolazione +/- 3°C e comando OFF in locale, funzione di auto regolazione in base alla valvola, gestione avanzata delle batterie

Radio
Frequenza: Banda ISM 868MHz
Potenza di uscita: +3dBm
Portata in aria libera: fino a 150m



--
www.CorrieredelWeb.it

Arredo bagno: Lucilla di Rubinetterie Stella. Elegante, sobria e di alta qualità

La proposta di Rubinetterie Stella per l'ambiente bagno contemporaneo si caratterizza per il design essenziale e raffinato, nel segno dell'alta qualità che caratterizza l'intera produzione: dalle collezioni storiche fino alle serie realizzate recentemente in collaborazione con i più celebrati designer.

Merito dell'orientamento dell'azienda volto ad utilizzare solo materie prime eccellenti e dell'attenzione posta ad ogni fase del processo produttivo, così da garantire, ad esempio, una lucidatura ed una nichelatura di alto livello.

Il risultato è una collezione sobria ed elegante, perfettamente adattabile alle diverse necessità funzionali ed estetiche. 

Infatti, Lucilla è disponibile in differenti modelli ed in diverse misure ed è declinabile in dodici raffinate finiture per soddisfare le più diverse esigenze di arredo dell'ambiente bagno.


--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 22 novembre 2017

Arredi classici a Meda, in Brianza: mobili di lusso intarsiati e intagliati


Raffinata riproduzione di mobili d’epoca Stile Luigi XV, Luigi XVI, Maggiolini e Impero.

Tavolini intarsiati Stile Luigi XV, scrivanie con intagli eseguiti a mano Stile Luigi XVI, comò e comodini Stile Maggiolini e Luigi XVI....autentici oggetti da collezione.

La massima cura nella costruzione, la serietà e l'impegno delle nostre maestranze rendono ogni mobile un' opera d'arte che si rivaluta nel tempo.

https://www.youtube.com/watch?v=HSC0gLx7hlc

Tutti i nostri mobili vengono realizzati da esperti ebanisti intarsiatori con l'impiego di legni pregiati.
L'apposizione del nostro marchio a fuoco garantisce l'autenticità dello stile e la qualità.

La M.I.A. Mobili Intarsiati Artistici, nel 2005 è stata insignita del PREMIO MILANO PRODUTTIVA della Camera di Commercio di Milano.
Ogni mobile viene curato nei minimi particolari in tutte le fasi della sua realizzazione fino ad arrivare alla lucidatura particolarmente accurata, con l’impiego di gomma lacca a tampone e cera d’api e all’applicazione dei bronzi, fusione a terra e anticati.

La scelta dei materiali, il disegno dell' intarsio, l'utilizzo di essenze con diverse qualità di fibra, venatura e colore, la tecnica della tintura utilizzata solo per poche essenze e le particolari ombreggiature ottenute con l'immersione dei minuti pezzi di legno nella sabbia arroventata, regalano alla superficie intarsiata un tono caldo, quasi dorato, che si modula sulle parti più scure.

L’amore per il nostro lavoro e la finezza della realizzazione rendono ogni mobile un’opera d’arte che colma di gioia , appassiona e conquista chi lo possiede.
Arredare anche gli ambienti più moderni con i mobili della Collezione M.I.A. trasforma la casa in una sorta di "reggia" dove antico e moderno si fondono in un'armonia particolare.

Un dolce connubio tra passato e presente filo conduttore: l'eleganza.

www.miasnc.it/portfolio/art232-como-intarsiato-stile-maggiolini-mod-versailles/


M.I.A. Mobili Intarsiati Artistici per Arredamento di Felice Iannantuoni & C.
Via Vignazzola, 105
20821 MEDA (MB)
www.miasnc.it – info@miasnc.it
Tel. +39 0362 / 72130

martedì 21 novembre 2017

Finestre Velux: l’innovazione tecnologica illumina la casa.

Tutti noi almeno una volta nella vita abbiamo desiderato di vivere in romantiche mansarde oppure nei sottotetti di bellissimi palazzi d’epoca ma per realizzare quelle che sono le nostre aspettative bisogna considerare quali siano le problematiche di una mansarda o di un sottotetto.

Naturalmente parliamo di abitazioni dove gli spazi interni andranno rimodernati a secondo delle nostre esigenze, ma soprattutto secondo i moderni principi dell’edilizia sostenibile:
  • l’illuminazione proveniente dall'esterno deve garantire la massima coibentazione termica e il migliore isolamento acustico;
  • l’illuminazione artificiale deve essere ottimizzata dal punto di vista dell’efficienza energetica per minimizzare i consumi di elettricità.

Le finestre Velux, con la loro tecnologia, sono state create per far sì che in casa si possa godere del massimo comfort, proteggendoci dalle escursioni termiche, dai rumori esterni, dall'oscuramento della luce, nonché di regalarci affascinanti squarci di cielo. 

Le mansarde sono sicuramente gli ambienti ideali dove, sfruttando la distribuzione della luce, è possibile ricreare un habitat confortevole e spettacolare, ma la scelta di come installare le finestre deve essere fatta in maniera strategica, in particolare facendo attenzione a orientarle verso Sud-Ovest, che garantisce illuminazione dal mattino fino a sera.

La luce sin dai tempi più antichi è considerata una fonte di energia indispensabile per la vita dell’uomo e del nostro pianeta, e proprio per questo gli infissi Velux sfruttano quella che è chiamata la luce zenitale o meglio un particolare tipo d’illuminazione ottenuta con luce solare o artificiale che illumina stanze, interni e oggetti da sopra.



Scegliere le finestre Velux significa assicurare:
  • la massima performance in tutte le condizioni climatiche;
  • la perfetta tenuta all’acqua: le finestre Velux sono sottoposte a severi test dove sono simulate le condizioni atmosferiche più estreme;
  • l’ottimo isolamento termico, in particolare d’estate: le finestre Velux sono dotate di speciali vetri che abbinati all'uso di tapparelle esterne  e tende parasole nelle ore più calde, limitano l’ingresso del calore assicurando un bilancio energetico ottimale.
  • la resistenza e la lunga durata: gli infissi Velux sono sottoposti a rigidi test meccanici; basti pensare che nei Paesi dove Velux opera da più tempo esistono infissi installati più di 40 anni fa!
  • la più comoda automazione: le finestre Velux Integra® elettriche e solari sono dotate di un sensore di pioggia esterno che ne comanda la chiusura automatica permettendo la vostra totale tranquillità qualora non siate in casa.
  • il migliore isolamento acustico: le finestre Velux sono dotate di speciali vetri e rivestimenti esterni fonoassorbenti che riducono i rumori di pioggia, grandine e forniscono un isolamento acustico di 42 dB da tutti gli agenti esterni.

Per Velux ristrutturare il sottotetto significa ottenere più spazio abitabile, salvaguardare il territorio e vivere in un ambiente sano, con più luce naturale e meno C02

E per divulgare la cultura della mansarda vivibile l’azienda italiana ha lanciato un sito dedicato, www.mansarda.it, dove è possibile trovare tutte le informazioni utili per orientarsi tra le leggi e regolamenti che disciplinano il recupero dei sottotetti, ma anche dove trovare ispirazioni con foto e progetti.

Inoltre ricordiamo che sino al 31 dicembre 2017 sono previste le detrazioni fiscali pari al 65% per chi sostituisce le vecchie finestre.

Scegliere Velux significa scegliere la garanzia per un ambiente comodo, interni luminosi anche di giorno, basso consumo energetico, tecnologia avanzata nel tempo e soprattutto la casa dei vostri sogni.


Mariapia Ranaldi



lunedì 20 novembre 2017

Arredamento: Wilson & Morris: i colori dell'autunno in casa

L'autunno è la stagione più magica dell'anno. I colori che contraddistinguono questo periodo sono unici e affascinanti. La natura infatti si trasforma regalando paesaggi mozzafiato.

Tutto si tinge di meravigliose sfumature di giallo, arancione, rosso e marrone. Tonalità calde, morbide e naturali ideali da utilizzare anche per "scaldare" la propria casa. Si tratta infatti di coloriintensi perfetti per chi vuole valorizzare con grande impatto gli ambienti.

Wilson & Morris realtà di pitture decorative che ha fatto del "potere emozionale" la propria filosofia offre un'ampia palette all'interno della quale è possibile trovare numerose tonalità che richiamano l'autunno come nel caso dei colori materici della linea Petra.

Petra è un rivestimento continuativo cementizio per parete per pavimento, utilizzabile in spazi interni

Grazie al minimo spessore 3,5 mm e all'elevata aderenza nei confronti della maggior parte dei supporti nuovi o già esistenti, trova largo impiego non solo nelle nuove costruzioni ma anche nelle ristrutturazioni.

Disponibile in 29 differenti tonalità ed effetti decorativi che si possono personalizzare (ad esempio mescolando al composto elemento materici brillanti o altro), Petra si adatta a qualsiasi tipo di ambiente e stile e si può abbinare alle pitture proposte in collezione Wilson & Morris.


--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 12 novembre 2017

Arredo bagno, soffioni doccia: Antico by Damast. Eleganza senza tempo.

Con il set doccia Antico Damast ha voluto esprimere il proprio tributo al fascino intramontabile del rinascimento palladiano.

Completamente realizzato in ottone cromato, il set doccia Antico affascina per le sue linee seduttive ed eleganti: dal braccio doccia alla doccetta, dal soffione al saliscendi, ogni componente è così curato nel dettaglio da esprimere il trionfo del tondo sulla spigolosità del postmoderno.

La ricercatezza delle linee progettuali è tuttavia subordinata alla funzionalità. 

Il soffione, disponibile nella versione da 30 cm a 181 fori e da 20 cm a 140 fori, eroga una piacevole pioggia di benessere mentre la doccetta monogetto consente di direzionare con precisione il flusso dell'acqua.

Completa il set un pratico flessibile antitorsione a doppia aggraffatura da 150 cm per godersi il piacere della doccia in piena libertà.


Damast - Sistemi funzionali per la doccia


Braccio doccia Antico in ottone cromato: lunghezza 320 mm, diametro 18 mm attacchi 1/2Mx1/2M
Soffione Antico in ottone cromato: diametro 303/208 mm, 216/140 fori non ispezionabile.
Doccetta Antica in ottone cromato: altezza 190 mm, diametro 57 mm, attacco G1/2M 1 getto.
Tubo flessibile 150 cm doppia aggraffatura.
Deviatore tondo in ottone cromato.

sabato 11 novembre 2017

Tritarifiuti domestico: Ecco il nuovo DISSIPATORE ALIMENTARE INSINKERATOR

Image
SETTIMANA EUROPEA DELLA RIDUZIONE DEI RIFIUTI:

LA RIVOLUZIONE DEL NUOVO DISSIPATORE ALIMENTARE INSINKERATOR



In occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, dal 18 al 26 novembre 2017, InSinkErator, leader mondiale nel settore dei dissipatori, presenta gli innumerevoli vantaggi nella gestione e smaltimento dei rifiuti derivanti dall'utilizzo del dissipatore alimentare domestico attraverso la sua ultima novità: l'Evolution 150.

Il dissipatore permette di eliminare ogni tipo di avanzo organico direttamente nel lavello. Non ci sono lame, ma martelletti che svolgono movimenti rotatori ad alta velocità sminuzzando in parti finissime questi alimenti fino al raggiungimento di uno stadio semi liquido che ne permette l'eliminazione fra le acque chiare. 

Questo comporta non solo un alleggerimento delle discariche, ma anche la trasformazione degli avanzi in biogas o fertilizzanti con un ulteriore vantaggio per la comunità.

Da un lato all'altro del pianeta, l'utilizzo di questo strumento si sta diffondendo esponenzialmente: negli Stati Uniti, ad esempio, il 50% delle famiglie ne possiede uno (l'80% delle nuove abitazioni dispone di un dissipatore), in Nuova Zelanda il 34%, in Australia il 20% e in Gran Bretagna il 6%.


Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *