Cerca nel blog

lunedì 7 agosto 2017

Soluzioni Came per la "casa passiva" di Gardigiano

Domotica, antintrusione e videocitofonia installate dall'azienda veneta in un'abitazione progettata per rispettare l'ambiente assicurando il benessere termico senza fonti di energia.


CAME, azienda leader nella fornitura di soluzioni tecnologiche integrate per l'automazione di ambienti residenziali, pubblici e urbani, ha realizzato il sistema domotico, antintrusione e di videocitofonia di una "casa passiva" costruita a Gardigiano, in provincia di Venezia, con soluzioni che assicurano il benessere termico di chi ci abita, senza sfruttare fonti energetiche di riscaldamento alternative.

L'edificio bifamiliare, costituto da due appartamenti di 200 mq disposti su due piani, realizzato interamente in legno senza l'utilizzo di calcestruzzo, è stato appositamente progettato per ottenere il certificato di "casa passiva". Nell'abitazione, totalmente priva di sistemi di riscaldamento, la somma degli apporti di calore provenienti dal sole trasmessi dalle finestre e aggiunti a quelli generati dagli elettrodomestici, compensano le perdite dell'involucro durante la stagione fredda.

La casa, ben coibentata all'esterno con lana di roccia, dispone di un impianto di ventilazione che garantisce un ricircolo costante dell'aria, abbinato a una pompa di calore che immette aria calda nella ventilazione in inverno e aria fresca in estate. L'energia elettrica e l'acqua calda vengono, invece, generate da un impianto fotovoltaico.

LA SFIDA
Nella casa, concepita secondo i più moderni criteri dell'edilizia eco-sostenibile, c'era l'esigenza di gestire al meglio, attraverso un unico sistema, tutte le automazioni presenti, dalla videocitofonia alle tapparelle, dalle aperture all'impianto TVCC, dalle luci a LED dimmerabili fino al controllo carichi. La soluzione doveva essere semplice e intuitiva da utilizzare, da parte dell'installatore e del padrone di casa, che dovevano accedervi, sia in locale che da remoto.

LA SOLUZIONE
Domotica per gestire tutte le automazioni
L'abitazione è stata completamente automatizzata, attraverso il sistema domotico CAME, progettato per gestire al meglio tutti i dispositivi installati offrendo il massimo del comfort e del benessere. 

CAME Domotic 3.0 è una soluzione d'avanguardia, completa, integrata e modulare, in grado di adattarsi alla casa passiva, senza essere invasiva perché consente ai proprietari di creare un'abitazione su misura scegliendo quali funzionalità domotiche implementare e quali eventualmente aggiungere anche a distanza di tempo. Grazie alla tecnologia CAME Connect, installatore e padroni di casa possono gestire anche da remoto, collegandosi in Cloud attraverso smartphone e tablet, tutte le automazioni presenti nella casa.

Controllo dei carichi e attenzione ai consumi
Anche la casa passiva, come tutte le abitazioni moderne, richiede un elevato numero di utenze elettriche che rischiano di generare fenomeni di black-out, perché la richiesta di energia è spesso superiore a quella generata dall'impianto fotovoltaico. Collegare contemporaneamente due o più elettrodomestici può, infatti, portare a un sovraccarico del sistema. 

I moduli di controllo energia di CAME Domotic 3.0, installati nella casa di Gardigiano, provvedono, in caso di eccessiva richiesta di potenza, a scollegare i carichi elettrici meno importanti e a ricollegarli in un secondo momento, in base a un ordine prestabilito dai proprietari. 

Il sistema consente, inoltre, di visualizzare sul terminale touch screen il consumo attuale e storico dei vari carichi elettrici controllati e permette la lettura dell'energia prodotta e consumata dall'impianto fotovoltaico. Utilizzando due toroidi, collegati uno a valle del contatore e uno all'uscita dei pannelli, è possibile leggere e visualizzare sul terminale touch screen il valore dell'energia prodotta, consumata e la risultante dei due valori. Essere consapevoli del consumo energetico agevola il risparmio e permette di vivere in armonia con l'ambiente.

Nella casa passiva sono stati installati anche un sistema antintrusione CAME e un sistema di videosorveglianza composto da monitor, telecamere e videoregistratori digitali in grado di offrire il massimo della sicurezza. Completa la soluzione un sistema videocitofonico costituito da un posto esterno Thangram e un videocitofono vivavoce FUTURA IP a colori, con display LCD da 7'', provvisto di interfaccia grafica utente, funzione di videosegreteria integrata e pulsanti soft touch, con sistema digitale XIP, installato a parete.


CAME S.p.A.
CAME è una multinazionale leader nella fornitura di soluzioni tecnologiche integrate per l'automazione di ambienti residenziali, pubblici e urbani, che generano spazi intelligenti per il benessere delle persone.
Il Gruppo sviluppa automazioni per ingressi, sistemi domotici e antintrusione, sistemi di videocitofonia, termoregolazione e porte sezionali per ambienti residenziali e industriali. Offre anche soluzioni per i grandi progetti e per l'urbanistica, sistemi per la gestione di parcheggi automatici e parchimetri di sosta a pagamento, per il controllo degli accessi e la sicurezza degli ambienti collettivi.

Di proprietà della famiglia Menuzzo, CAME S.p.A. è una realtà fortemente legata alle proprie radici italiane. Presente sul mercato con 480 tra filiali e distributori in 118 Paesi del mondo, ha sede a Dosson di Casier in provincia di Treviso e possiede 6 stabilimenti produttivi a Treviso, Sesto al Reghena (PN), Spilimbergo (PN), Avignone (Francia), Barcellona (Spagna) e Londra (Inghilterra). L'azienda conta più di 1.460 dipendenti e ha registrato un fatturato di 255 milioni di euro nel 2016.

CAME, grazie alle proprie soluzioni innovative per il controllo accessi, è stata scelta come partner tecnologico da Expo Milano 2015 e ha aperto le porte agli oltre 21 milioni di visitatori giunti da tutto il mondo per visitare l'Esposizione Universale. 

Con l'innovativo sistema di controllo accessi sviluppato per Expo Milano 2015, il Gruppo trevigiano si è aggiudicato il Premio Innovazione Smau, che si propone di condividere i migliori esempi di innovazione digitale delle imprese e delle Pubbliche Amministrazioni italiane.

Segui CAME anche sui siti www.came.com e www.came.com/cpd/it/progetti

Nessun commento:

Posta un commento

FEED

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI