Cerca nel blog

giovedì 25 luglio 2013

Il ‘Lightwall’ disegnato da Mark Anderson per Laurameroni Design Collection, un prodotto che incorpora architettura, arredamento ed illuminazione



L'idea alla base di questo innovativo prodotto di Laurameroni Design ‘Be different be unique’ è quella di creare una fusione funzionale tra un pannello decorativo a parete e una lampada. Laurameroni propone la tradizione del made in Italy di qualità, con un design in cui prevalgono la differenza e l’unicità

L'idea di base del ‘Lightwall’ disegnato da Mark Anderson per la nuova collezione di Laurameroni Design è relativamente semplice: unire pannelli di rivestimento e illuminazione. Questa tecnica è utilizzata spesso, in particolare dove la luce viene utilizzata come accento o come segno grafico. L'intenzione di questo progetto è leggermente diversa, è creare una fusione funzionale tra un pannello di rivestimento e una lampada. I pannelli di rivestimento di questo sistema effettivamente diventano illuminazione in modo che vi sia una vera fusione tra due tipologie distinte. La differenza è sottile ma significativa.
Una serie di pannelli/moduli/lastre componibili e configurabili. Il progetto consiste nel creare una serie di pannelli di diverse dimensioni che possano essere posti su livelli diversi. Ci sono 3 diversi moduli che possono essere collocati in composizioni e in quantità diverse. L’estetica sarà guidata da una forte materialità delle superfici e un modo di comporre libero (può andare da un’estetica di sovrapposizione e “collage” fino ad un’estetica più razionale e rigorosa). Il punto di forza di questo sistema è proprio nella difficile identificazione del carattere: è una lampada o un rivestimento?
Le diverse composizioni di volta in volta attivano e costruiscono lo spazio. E’ un nuovo modo di concepire ed utilizzare l’elemento di arredo. Si può creare ad esempio una composizione sulla parete di una stanza che può anche estendersi al soffitto, per poi essere interrotta e ripresa su un’altra parte dell’ambiente, creando così un elemento unificante all’interno. Parte del progetto consiste nel suggerire una quantità definita di proposte di composizione per testare e comunicare le potenzialità del sistema. L’applicazione del sistema prodotto verrà configurata di volta in volta dal cliente/progettista. Questo sistema si presta per la sua flessibilità, la sua materialità e la conseguente estetica, ad applicazioni sia domestiche che nel settore contract (hotel, ristoranti, locali notturni, teatri, spazi pubblici…).
Mark Anderson ha recentemente collaborato con Laurameroni progettando l’Elements Collection, esposta al Salone del Mobile 2013. Anderson è architetto e designer; formatosi negli Stati Uniti, si è trasferito a Milano nel 1991. Dopo aver collaborato con studi di design e architettura, progettando arredi, illuminazione e interni di pregio, così come con varie aziende italiane in qualità di consulente, ha aperto il proprio studio interdisciplinare. Le attività dello studio sono vaste, con particolare riferimento alle discipline dell’architettura: interni e design di prodotto ma includono anche grafica e art direction. Molte delle scelte dello studio e dell’approccio di Anderson alla professione possono essere ricondotte alla sua formazione: dalle prime esperienze come apprendista realizzando mobili Shaker, allo studio dell’architettura presso un’accademia d’Arte consolidata da un Master combinato alla creazione di contatti importanti con il sistema italiano del design. Anderson integra le attività dello studio con l’insegnamento e la ricerca in un approccio aperto, in cui accademia, arte, design e industria sono spesso esplorati in un processo inclusivo.
Gran parte del lavoro accademico di Anderson è orientato alla ricerca e spesso realizzato in collaborazione con aziende private come Laurameroni e varie istituzioni. I progetti dello studio includono interni per hotel, showroom e residenze private, arredi e illuminazione. Anderson ha anche collaborato con designer di moda su prodotti e in ambito grafico e ha sviluppato concept per la grafica dei prodotti per un’azienda leader nel settore degli elettrodomestici. Attualmente collabora con diverse scuole di design a Milano ed è visiting professor presso corsi universitari in Sardegna.
“E’ una collezione di luci unica che esce dagli usuali parametri del prodotto industriale in termini di concept e materiali. Mentre ogni oggetto ha la propria particolare identità, la collezione è stata disegnata perchè ciascun pezzo possa essere inserito in un più ampio scenario di interni. Le forme sono semplici e decise, minimali, in contrapposizione ad una forte materialità, rivelando il loro carattere unico” dichiara Mark Anderson parlando della Elements Collection, la serie di lampade progettata per Laurameroni.
                                                

mercoledì 24 luglio 2013

FederlegnoArredo lancia il nuovo sito internet





FederlegnoArredo lancia il nuovo sito internet

Più informazioni, navigazione migliorata, veste grafica rinnovata.
FederlegnoArredo lancia il suo nuovo portale web: un contenitore di oltre 5.000 pagine, con oltre 25.000 file consultabili e più di 6.000 iscritti nel mondo business.
Il portale della Federazione conta oltre 30 milioni di accessi all'anno, con più di 6 milioni di pagine visitate.

Consulta il nuovo sito e scarica il comunicato stampa integrale

Milano, 24 luglio 2013










 


.

lunedì 22 luglio 2013

Arredo di Design? Me lo faccio io! Semplice: IFU



 

Design autoprodotto con i video sul fai da te

L'arredo di Design? Me lo faccio io! Semplice: IFU

 

DESIGN DI ALTO LIVELLO GRAZIE AL FAI DA TE? ORA SI PUÒ,

grazie a un gruppo di giovani designer italiani che, con istruzioni e video tutorial,

forniscono indicazioni e materiali necessari.

Per trasformare le nostre case in design lab 2.0.

Ricette low cost per una soddisfazione stellare!

 

Il giovane brand italiano IFUInstruction For Use dedicato all'autoproduzione di pezzi 'griffati',

lancia la collezione di arredi ispirata al tema del viaggio.

 

Pezzi 'griffati' di giovani designer italiani, filiera corta, costi ridotti al minimo,

soddisfazione personale alle stelle:

IFU è una risposta alla crisi economica,

una fuga dalla autoreferenzialità del design globalizzato,

il riscatto da un kitsch seriale tipico dei punti vendita DIY.

 

5 prodotti, tutti pensati per l'autoproduzione domestica tenendo conto

che ogni materiale debba essere facilmente reperibile, a basso costo,

impiegando il minimo spreco di tempo, energie e materiali.

 

Una auto-produzione di oggetti finalmente elevata ai ranghi

di un design degno di questo nome, un design prêt-à-porter

a disposizione di chi acquista a un costo simbolico i pieghevoli IFU,

con le istruzioni per i materiali e gli strumenti necessari:

15 mosse indispensabili per costruire il nostro prodotto

– e con ampi margini di personalizzazione (misura? colore? dettaglio? rifinitura? altro?) -

e un QRcode con il link direttamente al video tutorial che potremo seguire passo passo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IFU© è sviluppato da un gruppo di giovani designer italiani dal pedigree importante,

sotto la direzione creativa del designer Giulio Patrizi, il coordinamento di Studio Fenice Vision,

curatore e ideatore dell'intero concept e di Denis Rocatello, ideatore/direttore di produzione.

I 'fab 5 designers' sono:

 

Giulio Patrizi (progetto IFU©: panca EOLO)

CarusoD'AngeliStudio (progetto IFU©: panca VIAGGIO BREVE)

Mario Alessiani (progetto IFU©: panca OLTREMONDO)

Andrea Pascucci (progetto IFU©: seduta basculante IN BILICO)

Leonardo Fortino (progetto IFU©: panca NINA)

 

Tutti i video li potete trovare qui

le info qui

i segreti qui

le vostre proposte qui

 

enjoy, like, share #IFU – Instruction For Use

 


sabato 20 luglio 2013

IdeaLuceOnline.it festeggia 10 anni con spot nazionali su LA5

Il grande negozio online di lampade e lampadari ha deciso di celebrare questo importante traguardo attraverso una serie di spot televisivi sulla rete Mediaset.

IdeaLuceOnline.it annuncia la messa in onda dei suoi spot promozionali all’interno del palinsesto di LA5, che verranno trasmessi a partire da domenica 21 luglio.
Questa rappresenta una nuova importante vittoria per il noto negozio di illuminazione, che festeggia il crescente successo dei suoi primi 10 anni di attività facendosi conoscere dal grande pubblico televisivo.
Si tratta infatti di un primato, dato che sarà il primo e-commerce a trasmettere spot TV su una rete nazionale Mediaset.
Per avere maggiori informazioni e per conoscere l’orario di messa in onda dei passaggi promozionali è possibile leggere la pagina di approfondimento.
Per poter acquistare subito i grandi marchi di lampade e lampadari disponibili in negozio si può visitare il catalogo all’indirizzo:
http://catalogo.idealuceonline.it.

Dott.ssa Chiara Bardini – Responsabile Comunicazione IdeaLuceOnline.it
Idea Luce S.r.l - Vendita lampade e lampadari online
Sito: www.idealuceonline.it - Mail: info@idealuceonline.it
Tel: 050826454 - Fax: 050826454
Servizio clienti: Numero verde gratuito 800-913.525 (da fisso)


giovedì 18 luglio 2013

Minipiscine per arredare la casa con gusto

Quando si decide di arredare casa, qualunque sia la ragione che ci spinga, l'acquisto di una nuova casa o il voler rinnovare l'arredamento di quella vecchia, si cercano sempre delle soluzioni che abbiano la duplice funzione di rendere più bella la casa con gusto e stile, ed allo stesso tempo che siano funzionali alle nostre esigenze primarie.

Tra tutte le scelte possibili per l'arredamento della casa le minipiscine rappresentano una soluzione ideale non solo per chi possiede un giardino, ma anche come complemento d'arredo per la casa, perché per via del loro design regalano un tocco di stile alla nostra abitazione, ed essendo delle vere e proprie spa diventano anche la soluzione ideale per il relax quotidiano dopo il lavoro.

Sul sito web specializzato nella vendita di mini piscine fuori terra e vasche per idromassaggio www.minipiscina.net si possono trovare diversi modelli dall'ottimo design, tra i quali scegliere quello più adatto per abbellire la nostra casa, da posizionare in giardino previa costruzione di un basamento su cui poggiarlo, oppure da mettere dentro casa, tenendo presente che bisogna essere certi che il pavimento destinato a sostenerlo sia in grado di reggere il peso della minipiscina piena d'acqua.

Chi invece preferisce rilassarsi con la vasca idromassaggio può optare per uno dei tanti modelli presenti sul sito, tra i quali si possono trovare anche quelli per l'utilizzo in esterno, pensati soprattutto per coloro i quali hanno un gusto classico in fatto di arredamento, mentre per i più sportivi ci sono le minipiscine per il nuoto contro corrente, dotate di bocchettoni da azionare per adattare il movimento dell'acqua ai diversi stili del nuoto.

La caratteristica principale per cui le mini piscine hanno un discreto successo è che non hanno bisogno di scavi supplementari per la posa, da cui il nome di piscine fuori terra, unitamente al fatto che installarle in casa significa avere a disposizione un complemento d'arredo di gusto ed una spa personale tutto in uno.

mercoledì 17 luglio 2013

Il ‘surface design’ o ‘design tattile’: arredamento, arte e architettura di Laurameroni Design Collection



Il termine, coniato dalla rivista italiana ‘Interni’, identifica i prodotti di Laurameroni che reinventano le superfici

‘Surface design’ è il neologismo che descrive la caratteristica distintiva dell'arredo di Laurameroni Design: forme semplici e lineari trattate da una raffinata lavorazione delle superfici. I mobili del marchio sono realizzati attraverso la collaborazione tra architetti e artigiani per raggiungere la massima attenzione nel dettaglio.

Design raffinato e scelta oculata dei materiali: vengono utilizzati il legno massello come materia prima insieme a legni preziosi come palissandro, teak, noce, wenge, acero, ciliegio e rovere. Il vetro, il metallo, tessuti, laccature, pelli pieno fiore tinte in botte, multistrato, impiallacci di forte spessore e listellare. Acciaio inox, ottone naturale, rame brunito e rame spazzolato conferiscono luce e matericità ai prodotti, interamente finiti a cera. Arredi di alto artigianato e di design che superano i limiti della produzione industriale rivolgendosi a clienti che cercano un arredamento differente e unico.
                              
L’attenzione al trattamento delle superfici si esprime in collezioni come la ‘Graffiti’, la ‘Intarsia’ e la ‘Sculture’ che, già dal nome, evocano sensazioni tattili. Il surface design caratterizza, tra i prodotti, la porta ‘Lettera’ dalle decorazioni grafiche in rilievo e la porta ‘Onda’ dalle sporgenze ondulate che creano un gioco di luci e ombre, entrambe progettate da Paolo Rizzatto su idea grafica di Italo Lupi. Molte porte, decorate con disegni e legni differenti, permettono di creare ogni volta un prodotto personalizzato e spazi architettonici e decorativi diversificati.

venerdì 12 luglio 2013

Quanti snodi ha una Rete a Doghe Elettrica?

Vi siete mai chiesti quanti snodi ha un letto con rete a doghe elettrica? Anche dal numero degli snodi dipende la complessita’ del piano di rete, più sono gli snodi e maggiore  sara’ comfort che ne risultera'. Il contributo è estratto dal Blog su Reti, Materassi, e Fai da Te, il canale tematico che permette di ottenere informazioni e suggerimenti utili e dialogare coi nostri esperti per scoprire come sono fatte e come funzionano le Reti a Doghe Elettriche.

Gli snodi sono sostanzialmente i punti di congiuntura tra le sezioni del piano di rete che ne permettono la movimentazione, per esempio le nostre Reti Elettriche Dream-Bed sono dotate di 4 snodi e 5 sezioni.

Partendo dalla testa troviamo la sezione cervicale, e poi la sezione dedicata alla schiena, che sulla rete  Dream-Bed Advance è accessoriata di ammortizzatori per dare maggiore comfort alla zona spalle, e su alcuni modelli è possibile addirittura trovare ulteriori regolatori specifici per la Lordosi Lombare.

La sezione centrale del bacino rimane sempre fissa ed è la parte dotata dei classici cursori di regolazione della rigidità che possiedono quasi tutte le reti a doghe regolabili.

Proseguendo troviamo la zona di alzata delle gambe con due ulteriori snodi. Normalmente su queste sezioni non sono previste particolari regolazioni se non quelle sui supporti delle doghe per i modelli piu' evoluti com per esempio la Dream-Bed Infinity Wireless.

Savoldi.com - Savoldi Paolo e C. S.n.c. (www.savoldi.com) Dal 1959 realizza a Treviglio(BG) Arredamenti e negli ultimi dieci anni si è specializzata nei Letti in Legno ad alto contenuto tecnologico con movimentazione elettrica e dalle caratteristiche avanzate ed innovative. Proprio per questi prodotti abbiamo un occhio di riguardo distinguendoci per particolarità e novità perché sappiamo per esperienza che da solo il prezzo non basta. La nuova linea di prodotti per il riposo è visionabile sul sito www.savoldi.net dove è possibile ricevere la nostra Guida Pratica Gratuita alle Reti a Doghe Elettriche.

giovedì 11 luglio 2013

Ten-Za N.5-013 L'evoluzione della zanzariera






Chi ha detto che per ottenere la funzionalità si debba sacrificare la bellezza?

Con Ten-za, utilità ed estetica viaggiano di pari passo.
Ten-za non è una normale zanzariera, ma è l'innovativa ed elegante soluzione, oggi sul mercato, per tenere alla larga i fastidiosi insetti, fogliame e polveri dagli ambienti sottotetto dotati di lucernari.
Se fino ad ora la basculante a perno centrale non poteva essere aperta del tutto senza essere costretti a smontare la zanzariera - vanificandone dunque la funzione - con Ten-za, il problema è risolto: la nuova tenda consente l'apertura completa del lucernario, garantendo così il ricircolo dell'aria e favorendo il risparmio energetico - specie nel periodo estivo - grazie ad un minore utilizzo di condizionatori.
Installazione fai da te in pochi minuti, possibilità di lavaggio a mano o in lavatrice a 30°: sono solo alcuni degli ulteriori aspetti positivi di Ten-za, dal punto di vista della semplicità di utilizzo.

In tema di estetica, Ten-za non è una zanzariera qualsiasi, ma diventa la protagonista dell'ambiente domestico, elemento di design ricercato. Sono quattro colori trendy - bianco candido, giallo ocra, rosso porpora e indaco - cui si aggiunge un modello sui toni dell'argento dal ricamo molto elegante. La scelta di queste tinte non fa altro che esaltare forma e trama dalle caratteristiche uniche. Una gamma di tonalità che ben si sposa anche con l'arredamento più ricercato e stiloso, offrendo luminosità o creando, a seconda delle colorazioni scelte, ambienti più rilassanti o più caldi.

Ten-za è realizzata in materiale ignifugo, indemagliabile e, nonostante la sua leggerezza, è molto resistente.
Si tratta di un prodotto interamente realizzato in Italia ed ogni componente di Ten-za è affidata alle mani sapienti di professionisti del settore tessile. Ten-za è un brevetto depositato e si adatta a tutti i lucernari di tipo VELUX, FAKRO, FAELUX, LUXIN.

La mansarda si arreda con Ten-za, la soluzione efficace e glam che chiude fuori gli insetti e lascia entrare solo il bello dell'estate! Per informazioni sulle dimensioni dei modelli www.ten-za.com.
 



martedì 9 luglio 2013

IL FUOCO ACCENDE IL MERCATO



 

 

 

Caminetti, inserti, termocamini, termocucine Stufe a pellets, a legna, ad accumulo termico Cucine e forni a legna, barbecue Accessori per caminetti, accendifuoco, prodotti per la pulizia Legna, pellet, tronchetti, mattonelle Caldaie a: legna, pellet, cippato Bruciatori a pellet, bruciatori per combustibili triti Impianti e sistemi "chiavi in mano", silos per stoccaggio e sistemi di caricamento per caldaie Macchine per la produzione del pellet, bricchettatrici Macchine spaccalegna, cippatrici, sminuzzatrici Condotti da fumo in refrattario, acciaio, comignoli e camini Accessori e semilavorati per fumisteria, materiali refrattari Maioliche, ceramiche, elementi modulari in maiolica Strumenti di misura e controllo, termoregolazione Servizi di fumisteria, studi di fattibilità e progettazione, software Stampa tecnica Enti e associazioni.

 

Il Fuoco accende il mercato

(8 luglio 2013)

 

Negli ultimi anni l'Italia ha conquistato la leadership tra gli esportatori di caminetti e stufe a biomassa acquisendo importanti quote di mercato in ambito europeo e mondiale. Un risultato tanto prestigioso è frutto della capacità di innovazione delle imprese del settore che hanno investito per dare nuove prospettive a un comparto impegnato al raggiungimento di importanti traguardi.

 

Le principali novità del settore, sempre caratterizzato da un forte dinamismo, saranno in mostra tra pochi mesi a Progetto Fuoco, la fiera biennale internazionale leader per le tecnologie che sviluppano l'utilizzo di fonti alternative e rinnovabili quali il legno e i prodotti derivati. L'edizione 2014 della fiera è attesa con particolare attenzione dagli operatori per più motivi.

 

Il successo di stufe e camini di ultima generazione pare inarrestabile, infatti, sotto la spinta degli obiettivi di sostenibilità ambientale, il camino nella versione di tipo ventilato, ovvero chiuso, così come la stufa garantiscono la piacevole vista della fiamma e un'elevata efficienza energetica. Ciò ha favorito lo sviluppo di prodotti che alla funzionalità uniscono una valenza estetica, una ricercatezza di forme che ne fanno oggetti di design a elevato contenuto tecnologico. In aggiunta, la diffusione del pellet come combustibile ha consentito, aumentando l'efficienza degli apparecchi, di ridurre l'impatto ambientale dei fumi.

 

In questo scenario Progetto Fuoco, la biennale internazionale giunta alla IX edizione, si propone di dare spazio allo sviluppo tecnologico unito al design indirizzando la strategia comunicativa alla valorizzazione specifica di un settore di assoluto prestigio a livello mondiale, ampliando ancor più l'offerta verso l'estero. Ne hanno preso atto i maggiori produttori del comparto che hanno già confermato la propria partecipazione alla manifestazione, del resto fin da ora ci sono segnali che indicano una consistente crescita dell'interesse per la fiera veronese, storicamente dedicata agli operatori professionali, progettisti, tecnici e imprenditori sempre numerosi da tutta Europa e da diversi Paesi extra-europei, che ora ha già raccolto l'apprezzamento dei rappresentanti di Giappone, Cina e USA, paesi in cui si va aprendo una nuova e inedita sensibilità all'utilizzo delle energie alternative.

 

L'edizione 2014 di Progetto Fuoco darà spazio allo sviluppo tecnologico del settore con approfondimenti che saranno oggetto di convegni, seminari e workshop organizzati dalle stesse aziende espositrici e dagli esperti del settore.

 

Ogni informazione: www.progettofuoco.com


Bonomi Contemporaneo Italiano L’ELEGANZA DEL NERO PER IL MISCELATORE PIU’ SOTTILE


L'ELEGANZA DEL NERO PER IL MISCELATORE PIU' SOTTILE

Linea Arco Noir per Bonomi Contemporaneo Italiano

Immagini in alta definizione

 

Da sempre il nero è considerato sinonimo di eleganza, raffinatezza…il colore con cui "non si sbaglia mai" e che si adatta ad ogni ambiente e situazione.

 

La linea Arco di Bonomi Contemporaneo Italiano, pensata in versione Noir dal designer Sergio Mori, è vestita di un nero satin elegante grazie ad una verniciatura in polvere e cotto. Il segno grafico che la caratterizza è una perfetta curvatura a "C" con una particolarità: la sottigliezza della canna di erogazione appiattita a 6 mm. Una sezione rettangolare di 25x6 mm "disegna" la fuoriuscita dell'acqua: un getto a nastro che evoca purezza e semplicità.

 

Una sola manopola per l'attivazione del flusso d'acqua è spostata rispetto alla canna di erogazione, sul piano del lavabo o a muro. Disponibile anche la versione a doppi comandi. La canna fuoriesce da una rosetta mentre la manopola, costituita da un cilindro cromato (h 60mm Ø33mm), spostata di qualche centimetro rispetto alla canna, bascula morbidamente come un joy-stick azionando la cartuccia di miscelazione. In questo modo l'acqua giunge miscelata nella temperatura desiderata alla canna di erogazione da sotto il livello del lavabo. La canna di erogazione a "C" si incastra in una fessura della rosetta (su piano/lavabo o a muro) ed è intercambiabile.

 

Miscelatore monocomando a partire da 634€ + IVA


Per informazioni 030-8922121 www.idrosanitariabonomi.com





giovedì 4 luglio 2013

Come fare per unificare i Telecomandi della Rete Elettrica Matrimoniale?

Letti e Reti a Doghe Elettriche Matrimoniali, oggi spieghiamo come unire 2 Telecomandi per ottenere un Letto Matrimoniale Elettrico ad unica piazza partendo da due reti a movimentazione separata e comandandole con un solo telecomando. Il contributo è estratto dal Blog su Reti, Materassi, e Fai da Te, il canale tematico che permette di ottenere informazioni e suggerimenti utili e dialogare coi nostri esperti per scoprire come sono fatte e come funzionano le Reti Elettriche.

Reti con Pulsantiera a filo: le centraline dei motori che adottano questo sistema (noi li montiamo sulle reti Dream-Bed Classic e Dream-Bed Infinity) possono venire unificate tramite un accessorio che permette di utilizzare una sola pulsantiera con due motori. L'accessorio, quando disponibile, viene normalmente fornito come optional dallo stesso produttore del motore, è dotato di due connettori maschio che andranno inseriti nei due rispettivi blocchi motore, ed un connettore femmina in cui inserire la pulsantiera in dotazione al letto. Non e' necessaria una pulsantiera particolare, basta riutilizzare una delle due in dotazione al letto elettrico. Tramite questo sistema si potranno unire anche tutte quelle reti che nascono con telecomando a filo a cui è stata applicata una centralina con sistema senza fili.  
 
Reti con Telecomando senza fili: le centraline dei motori con telecomando senza fili "intelligente" che supportano questa caratteristica in maniera nativa (noi li montiamo sulle reti Dream-Bed Advance, Dream-Bed Infinity Wireless, e Dream-Bed Extreme Wireless) non supportano la pulsantiera a filo, quindi non sono necessari accessori optional, e possono venire unificate semplicemente tramite la riprogrammazione del telecomando in modo tale da poter utilizzare un solo telecomando con due blocchi motore.

Avvertenze generali: nell'eventualità di associazione di 2 reti ad 1 solo telecomando è possibile un disassamento variabile durante la movimentazione tra i due piani di rete. Questo e' dovuto all'usuale tolleranza di velocità tra i diversi motori e viene considerato normale. E' bene ricordare inoltre che non tutti i motori in commercio potrebbero supportare questa caratteristica.

Savoldi.com - Savoldi Paolo e C. S.n.c.
(www.savoldi.com) Dal 1959 realizza a Treviglio(BG) Arredamenti e negli ultimi dieci anni si è specializzata nei Letti in Legno ad alto contenuto tecnologico con movimentazione elettrica e dalle caratteristiche avanzate ed innovative. Proprio per questi prodotti abbiamo un occhio di riguardo distinguendoci per particolarità e novità perché sappiamo per esperienza che da solo il prezzo non basta. La nuova linea di prodotti per il riposo è visionabile sul sito www.savoldi.net dove è possibile ricevere la nostra Guida Pratica Gratuita alle Reti a Doghe Elettriche.

FEED

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI